Home
Annunci

 https://www.lagazzettadilucca.it/cultura/ercolini-ospite-del-pianeta-terra-festival

Ercolini ospite del "Pianeta Terra Festival"

 

 

Sabato 8 ottobre alle ore 19 presso la sala sala convegni di Confindustria toscana nord sita a Lucca in piazza Bernardini, 41 Rossano Ercolini, goldman environmental prize 2013, sarà ospite del Pianeta Terra festival, che vede studiosi nazionali e internazionali confrontarsi per costruire una visione nuova per il futuro del nostro Pianeta.

All’evento, dal titolo “Dall’ego-logia all’eco-logia: quando i cittadini possono fare la differenza”, sarà presente con Ercolini anche Samir de Chadarevian, advisor, storyteller ed editorialista.

Entrambi dialogheranno con Irene Ivoi sull’importanza di ripensare ad un modello economico, antropologico e culturale del tutto ego-logico e inadeguato a risolvere le grandi sfide dei nostri tempi.

Dall’ego-logia all’eco-logia, un gioco di parole che fa appello ad una sfida:  il passaggio dal “modello lineare” (estrazione, produzione, consumo, smaltimento) centrato sullo sfruttamento sconsiderato della natura al “modello circolare” basato sul rispetto dei tempi e dei modi della rigenerazione ambientale.

L’ingresso all’incontro è gratuito fino ad esaurimento posti.

 

 

Il sito ha qualche problema, ci scusiamo per i disagi causati ai lettori, speriamo di risolvere presto!

 

Nel frattempo potrete essere agevolati se lo visitate con il Browser Mozilla Firefox

  GRAZIE PER LA PAZIENZA!
 

Benvenuti !
Sul nostro sito Internet

 

Il Coordinamento dei Comitati della Piana dedica questo sito a beneficio di tutti i cittadini interessati.

 
 
Questo sito è lo strumento di comunicazione del Coordinamento dei Comitati della Piana FI PO PT.
Talvolta ospita altri soggetti con comunicazioni condivise.
Esso non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica, né è da considerarsi un mezzo d'informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.
Il materiale inserito in questo sito proviene da Internet oppure da atti diffusi da altri mezzi di comunicazione oppure prodotti dalle varie realtà componenti il Coordinamento e destinati a essere divulgati, quindi di dominio pubblico e utilizzati senza alcun fine di lucro.
Qualora inconsapevolmente il materiale pubblicato vìoli i diritti d'autore, vogliate comunicarlo per una pronta rimozione. I commenti ai post non sono moderati, le/gli autori/trici devono essere registrati per inserire commenti quindi sono rintracciabili anche sotto nikname; si invita alla moderazione e al rispetto.
 
Accesso





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Menu principale
Home
FAQ
Fare sul serio....
Documenti
Le alternative
Cerca
Forum
Galleria foto
Contattaci
Web link
Archivio
Chi Ŕ online
Dal 9 Agosto 2006
Visitatori: 296406149
Calendario Eventi
Dicembre 2022
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
2829301 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1
Ultimi Eventi
No Latest Events
Sondaggi
Serve veramente un inceneritore nella Piana?
 
Galleria fotografica
Archivio
Newsletter

Ricevi via email le nostre notizie

Image


Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter settimanale






Syndication

La Pianura padana inquinata dalle sigarette? PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
venerdý 10 novembre 2017
Nessun testo alternativo automatico disponibile.

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO a cura di: Sede nazionale ISDE Italia e Sezione Provinciale ISDE Torino

8 novembre 2017
INQUINAMENTO DELL'ARIA E DANNI ALLA SALUTE: EVITIAMO DI SOTTOVALUTARE IL PROBLEMA

La Sezione ISDE di Torino, anche in relazione all’articolo comparso il 19/10/2017 su La Stampa – Salute, ritiene, sulla base delle più aggiornate conoscenze scientifiche, che il respirare aria contenente elevate concentrazioni di polveri sottili, come succede da tempo agli abitanti della Pianura Padana, sia sicuramente fonte di patologie acute e croniche. Il raffronto, tra i danni causati dal vizio del fumo e i rischi conseguenti ad una esposizione forzosa ad aria inquinata, è improprio e fuorviante perché nel primo caso si tratta di una scelta individuale che ricade su chi la compie, nel secondo caso, viceversa, i rischi ricadono sull’insieme della collettività, compreso le sue frangie più suscettibili quali bambini, donne in gravidanza, anziani.
Ultimo aggiornamento ( domenica 12 novembre 2017 )
 
Incontro Comuni e ComunitÓ Rifiuti Zero PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
martedý 17 ottobre 2017
http://www.zerowasteitaly.org/incontro-nazionale-e-internazionale-dei-comuni-e-delle-comunita-rifiuti-zero/27_28_29_campi
 
Rifiuti Zero Ŕ solo l'inizio di un percorso... PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
martedý 17 ottobre 2017

https://www.youtube.com/watch?v=ggewKuqB0Wg

 

Rifiuti Zero è solo l'inizio di un percorso di resilienza e di graduale “exit strategy” dalla inciviltà dell'usa e getta. Ne scaturisce così una liberazione di energia civica ben rappresentata dai circa 250 comuni italiani, comunità intenzionate a fare pace con il Pianeta e a muovere dall'età dei rifiuti a quella delle risorse. Rifiuti Zero è solo l'inizio di un percorso di resilienza e di graduale “exit strategy” dalla inciviltà dell'usa e getta. Ne scaturisce così una liberazione di energia civica ben rappresentata dai circa 250 comuni italiani, comunità intenzionate a fare pace con il Pianeta e a muovere dall’età dei rifiuti a quella delle risorse. This talk was given at a TEDx event using the TED conference format but independently organized by a local community. Learn more at https://www.ted.com/tedx

Ultimo aggiornamento ( martedý 17 ottobre 2017 )
 
I decreto che trasforma i veleni in oro... PDF Stampa E-mail
Scritto da msirca   
martedý 22 agosto 2017
http://www.ilsitodifirenze.it/content/401-tav-firenze-grassi-firmato-il-decreto-che-trasforma-le-terre-di-scavo-da-rifiuti-terreno
 
Frenesia Toscana: abbattere forme di vita e il loro habitat... PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
sabato 19 agosto 2017

http://www.ilcambiamento.it/articoli/il-saccheggio-della-toscana

 

(....)

Resta evidente però un disegno preciso di destabilizzazione totale della difesa dell’ambiente, una sorta di “Sacco di Roma” legalizzato, che punta a concedere tutto a speculatori, cementificatori, inquinatori.

Da più parte però si registra una forte volontà di creare un fronte comune a difesa di quelli che sono dei baluardi ambientali nella terra degli Etruschi, e che fanno della Toscana un luogo di fascino e di attrazione turistica. Ma fino a quando?

 

Ultimo aggiornamento ( martedý 22 agosto 2017 )
 
Toscana brucia, i responsabili ci sono... PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
mercoledý 19 luglio 2017

(........)

 ...  A prima vista questi possono sembrare temi scollegati ed eterogenei, ma ad uno sguardo più attento sono parte di uno stesso agire nell' interesse collettivo : la tutela del territorio, dei boschi, della salute umana, e la riscrittura di rapporti coerenti e non distruttivi tra città e territorio di riferimento (campagna, colline, montagne), con il fine, se non di azzerare, di ridurre di molto le disuguaglianze sociali e territoriali. Glielo chiedo io, ma glielo chiedono sopratutto gli abitanti e le altre forme di vita che Lei, obtorto collo o meno, si trova ad amministrare. buone cose.

 

architetto fabrizio bertini

 

(leggi tutto)

 
Non vi mangerete la Piana! PDF Stampa E-mail
Scritto da msirca   
venerdý 14 luglio 2017
19959210_1478541825536663_1390978693080176868_n
 
Schizofrenia al potere? PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
venerdý 30 giugno 2017

http://www.regione.toscana.it/-/parco-della-piana

 

Parco della piana

Misure a sostegno della forestazione e dell'imboschimento

La Regione Toscana concede un sostegno finanziario per il rimboschimento delle aree agricole intorno alle città. Zone come il Parco della Piana. E inoltre concede un premio annuale per ettaro a copertura del mancato reddito agricolo. Proprio un bel respiro!

Chiunque può partecipare a costruire il futuro parco della Piana. Basta aderire al bando della Regione Toscana che scadrà il 30 giugno (data provvisoria)  e che dà un contributo a tutti i cittadini che decidono di piantare alberi nell'area destinata a diventare il parco agricolo più grande di Europa......

 

[Accattivante… veramente accattivante…  Parrebbe una offerta o possibilità da non rifiutare,  pur nella angosciosa incertezza che si voglia invogliare i cittadini a fare il lavoro pulito in attesa che il decisore politico faccia il lavoro sporco (inceneritore, aeroporto e quant’altro).  Quanto mai importante che i cittadini difendano il proprio territorio a ogni costo. ndr]

 

 
Gestione "rifiuti" : Firenze padrona... PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
venerdý 30 giugno 2017

http://tuttosesto.net/mamme-no-inceneritore-il-comune-di-sesto-e-alienato-da-alia/

 http://www.gonews.it/2017/06/29/le-mamme-no-inceneritore-sesto-fiorentino-alienato-alia/

 

I Comuni sono responsabili della governance dei loro territori, ma di fatto sono stati neutralizzati nel tempo con il gioco delle partecipate pubbliche, ormai un intrigo di scatole cinesi sempre più lontane dal controllo dei cittadini e delle loro amministrazioni territoriali. In tema di gestione rifiuti i Comuni sono stati inibiti nella loro capacità di intervento, sia come ente affidatario e di controllo, dove il proprio potere viene schiacciato nelle assemblee di ATO (Aree Territoriali Ottimali, enti sovracomunali), sia come azionisti negli enti gestori dei rifiuti.....

Ultimo aggiornamento ( venerdý 30 giugno 2017 )
 
Mondeggi Bene Comune (dalla pagina Facebook) PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
venerdý 30 giugno 2017
mondeggi_bene_comune
Ultimo aggiornamento ( venerdý 30 giugno 2017 )
 
Fermare le nocivitÓ Ŕ un obbligo! PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
venerdý 16 giugno 2017
16_giugno_17
 
Rifiuti Zero: una MODA oppure una NECESSITA' PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonio A.   
sabato 27 maggio 2017
locandina-impruneta_30maggio17_v4
Ultimo aggiornamento ( sabato 27 maggio 2017 )
 
A Sesto Fiorentino: Corruzione e grandi opere... PDF Stampa E-mail
Scritto da redazione   
lunedý 10 aprile 2017
corruzione_20_aprile
 
7 Aprile: La nostra salute non Ŕ in vendita PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
lunedý 03 aprile 2017
volantino__7_aprile2102
Ultimo aggiornamento ( lunedý 03 aprile 2017 )
 
Uno sguardo intorno a noi... PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
lunedý 03 aprile 2017

http://rete-ambientalista.blogspot.it/

La democrazia alla prova dei conflitti ambientali e molto altro..

 
Due o tre cose che so di lei (gestione "rifiuti" con incenerimento) PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
lunedý 20 marzo 2017

Due o tre cose che so di lei ...

La citazione cinefila di Fabrizio Bertini fa da coperta a un intrico aggrovigliato di unioni,  matrimoni e atti amministrativi, si potrebbe dire "perversi", che hanno come unico scopo quello di aggirare obblighi e inficiare i diritti dei cittadini su cui ricadrà il potenziale risultato nefasto di queste mire.

Alcune considerazioni e suggerimenti per le realtà operanti nella Piana Fiorentina in difesa della salute e del territorio

(ndr msirca)

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 154 - 170 di 1353
Questo sito è lo strumento di comunicazione del Coordinamento dei Comitati della Piana FI PO PT. Talvolta ospita altri soggetti con comunicazioni condivise.Esso non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica, né è da considerarsi un mezzo d'informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. Il materiale inserito in questo sito proviene da Internet oppure da atti diffusi da altri mezzi di comunicazione oppure prodotti dalle varie realtà componenti il Coordinamento e destinati a essere divulgati, quindi di dominio pubblico e utilizzati senza alcun fine di lucro. Qualora inconsapevolmente il materiale pubblicato vìoli i diritti d´autore, vogliate comunicarlo per una pronta rimozione. I commenti ai post non sono moderati, le/gli autori/trici devono essere registrati per inserire commenti quindi sono rintracciabili anche sotto nikname; si invita alla moderazione e al rispetto.

© 2022 NoInceneritori.org
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.