Il Parco Chico Mendes (Campi Bisenzio): 20 anni di rinascita dalle "ceneri"...
Scritto da Redazione   
martedý 22 settembre 2020

EVENTO:

https://www.facebook.com/events/357574075275592

 

 

Care e cari tutt* ,

il Parco celebra vent'anni dalla sua istituzione ed è uno dei risultati  più  importanti e più belli delle lotte  dei comitati  e delle associazioni che operarono a S.Donnino, fin dai  primi  anni 70  e poi anche alle Piagge,   per la chiusura dell'inceneritore. 

Dopo un conflitto di dieci anni, coinciso con l'apertura dell'inceneritore , nell'anno 1983 il Comitato di S.Donnino riuscì a siglare un accordo  con il Comune di Firenze e di Campi Bisenzio per decidere il  destino dell'inceneritore e per risanare il territorio, devastato  dalle  discariche abusive, e inquinato dalle emissioni dell'impianto.  L'accordo  portò alla chiusura dell'impianto  tre anni dopo  e nel 2000  consentì, tra gli interventi di risanamento, anche   la realizzazione del  Parco Chico Mendes, prima cava di inerti e poi discarica abusiva. 

Chi voglia conoscere  più  in  dettaglio la vicenda che portò a questi risultati,  potrà leggere i documenti  sul sito https://sites.google.com/site/venticinquennale/   realizzato  per il  venticinquennale dalla  chiusura dell'impianto (e  poi sommariamente aggiornato alla nuova vicenda dell'inceneritore  della Piana) .  E' da leggere in particolare  il protocollo di accordo riportato nel  pannello  12 che  testimonia  temi a noi cari e che anticipa di molto  gli obiettivi per i  quali ci stiamo ancora  battendo , ormai da mezzo secolo .  

Accanto alle sconfitte della politica  e al nuovo che  tarda ad  affermarsi , credo che dovremmo raccontare di più  il  grande contributo che  abbiamo dato alla difesa delle  popolazioni  dei nostri territori  ma anche alla crescita civile del  nostro paese  grazie  alla  capacità  di anticipare,  nei conflitti,   il cambiamento di cui ha bisogno .

 

Un   caro saluto ,  sperando di vedervi alla festa ( NB previa prenotazione).

Claudio Tamburini

 

26 set alle ore 09:30 - 27 set alle ore 19:00
Tutti · Evento organizzato da Parco Oasi Chico Mendes
COMUNE DI CAMPI BISENZIO
COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI S.DONNINO
ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE SPORTIVA SANDONNINESE
AUGURI CHICO MENDES!
Insieme per festeggiare i venti anni del Parco Comunale Chico Mendes S.-Donnino
Due giorni per celebrare uno dei più bei parchi del nostro territorio.
 
 
INFORMAZIONI E COMINICAZIONI
+39 349 4401993
 
📍Sabato 26 settembre 2020
MATTINO
➡️Ore 10 - Inaugurazione
- Introduzione: Paolo Ceccarelli
- Come nasce il Parco: Claudio Tamburini
- La vicenda amministrativa: Adriano Chini
- La scelta progettuale: Giorgio Pizziolo
- Il Parco degli animali e i nuovi volontari : Claudia Testi e Francesca Napolitano
- Le prospettive del Parco: Emiliano Fossi - Sindaco di Campi Bisenzio
Conduce Debora Pellegrinotti , giornalista, Bisenzio Sette
➡️Ore 11
Pensieri per i volontari
 
➡️dalle ore 10
Spazio Bimbi a cura dell’associazione Educamente Onlus
 
POMERIGGIO
➡️Ore 16.30 – 17,30
Musica e letture nel parco a cura della Scuola Secondaria Paolo Uccello (proff. Federica Baronti e Patrizia Salvadori )16,30 – 17,30 (- accesso limitato a 200 presenze)

➡️Estemporanea di Pittura nel Parco
( a cura di Operarte) *


📍Domenica 27 settembre 2020
MATTINO
 
➡️dalle ore 9.30
Laboratorio per bambini : “Impariamo a comunicare con il cane” a cura della Dott.ssa Giulia Graziuso, Medico veterinario comportamentalista ed istruttore cinofilo - Ass. Culturale Poggio Tizzaoli
 
➡️dalle ore 10,30
Spazio Bimbi a cura dell’associazione Educamente Onlus

➡️Ore 10.30
Meditazioni nel Parco
Inforestarsi :Una pratica meditativa nel Parco, per tutti , a cura del dott. Luca Garetti.
 
➡️dalle ore 9 alle ore 19
Stands informativi delle associazioni animaliste del territorio
 
POMERIGGIO
➡️Ore 17.00
Incontro con un frequentatore speciale del parco: lo scrittore Stefano Massini in dialogo con Laura Montanari, giornalista, La Repubblica, Firenze ( accesso limitato a 200 presenze )
🔴 Per ragioni di sicurezza ( Covid 19)
l' accesso all'area dell' incontro avverrà solo tramite prenotazione ( massimo 200 posti ) scrivendo a:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
con l'indicazione del nome, cognome e numero di telefono.
Le prenotazioni senza le informazioni richieste non verranno prese in considerazione.

L'ingresso sarà consentito solo mantenendo la distanza interpersonale di almeno un metro e l'utilizzo di mascherina.


A causa dell’emergenza Covid 19 il programma potrà subire modifiche.
In caso di pioggia tutte le manifestazioni saranno rinviate a data da destinarsi.

Parco Chico Mendes, via dell’isola Campi Bisenzio – Firenze
Gli Organizzatori

❇️ Il Parco Chico Mendes
Inaugurato nel settembre 2000, il Parco è nato su un'area interessata, fino agli anni settanta , da attività estrattiva di sabbia e poi dallo scarico incontrollato di rifiuti.
Nell’anno 1983 , all’esito di un lungo conflitto tra la popolazione e il Comune di Firenze che , nel luglio del 1986, porta alla chiusura dell’inceneritore, viene stipulato un protocollo di intesa per il territorio di S.Donnino tra il Comitato cittadino di igiene ambientale e il Comune di Firenze, a cui aderisce anche il Comune di Campi Bisenzio.
L’accordo prevede, tra i numerosi interventi, anche la realizzazione del Parco (https://sites.google.com/site/venticinquennale/).
Nel 1993 la Regione Toscana inserisce l'area nel Piano Regionale delle Bonifiche e nel 1998 il Comune di Campi Bisenzio approva il progetto esecutivo della bonifica e sistemazione ambientale dell'area quale parte del Parco Fluviale in riva destra dell'Arno.
Il progetto di bonifica e di sistemazione ambientale ha consentito il recupero di un'area di grande pregio ambientale e ornitologico.
La gestione del parco è attualmente affidata dal Comune alla Associazione Culturale Ricreativa​e Sportiva​ S.Donnino.

ℹ️ Chico Mendes
1944 - Francisco Mendez Filho, detto "Chico", nasce a Xapurí, nello stato amazzonico dell'Acre. Chico è figlio di serigueiros e impara presto anche lui il mestiere di raccoglitore della gomma.
1970 - I militari incentivano lo sfruttamento dell'Amazzonia e i latifondisti del sud invadono le regioni di Acre e Rondonia iniziando i grandi disboscamenti. Chico diventa sindacalista e si impegna in politica nel Movimento Democratico Brasiliano (Mdb)
1975 - Nasce il Movimento di resistenza dei serigueiros con l'obiettivo di impedire la distruzione della foresta. Inizia la lotta empate che consiste nell'occupazione pacifica, da parte di uomini, donne e bambini degli accampamenti e dei macchinari dei fazendeiros.
1976 - I potenti si oppongono con la violenza facendo assassinare Wilson Pinheiro da Sousa, leader del movimento.
1981 - Mendez partecipa alla nascita il Partito dei Lavoratori (PT) .
1985 - Viene organizzato il Primo incontro nazionale dei serigueiros e creato il Consiglio nazionale. Chico Mendez ne è il direttore.
1987 - Chico riceve a Washinton il premio Global 500 dell'Unep, l'organizzazione dell'Onu per la tutela dell'ambiente.
1988 - A Xapurí, sulla soglia di casa, Chico viene assassinato da due latifondisti che l'avevano già minacciato di morte. Aveva 44 anni.
1998 - Il movimento dei serigueiros, grazie all'alleanza tra serigueiros e indios, è diventato oggi il "Movimento dei popoli della foresta".
Commenti

busy
Ultimo aggiornamento ( mercoledý 23 settembre 2020 )