Sesto Fiorentino: Parco della Piana: prospettive per il futuro
Scritto da Redazione   
mercoledý 09 ottobre 2019
https://www.facebook.com/events/427832258087062/
 
12 OTTOBRE 2019

Parco della Piana: prospettive per il futuro

Sesto Fiorentino, C/o AUSER, Via Pasolini 105
Dettagli

Amministratori, esperti e cittadini a confronto sul futuro del nostro territorio

PROGRAMMA
Ore 9,30 Registrazione partecipanti
Ore 10 Sessione del mattino -

Prima parte
= Il Parco della Piana come elemento ordinatore e occasione di sviluppo per il territorio =
prof.ssa Anna Marson Università IUAV Venezia
Fausto Ferruzza presidente Legambiente Toscana
prof. Francesco Alberti docente DiDA Università degli Studi di Firenze

Ore 11,30 Sessione del mattino -

Seconda parte
= Il Parco della Piana: un valore ambientale da difendere =
prof. Giorgio Pizziolo Alterpiana-Graspthefuture
Lorenzo Orioli Italia Nostra
Antonio Sacconi Sinistra Italiana Sesto Fiorentino
Coordina Caterina Longo, Sinistra Italiana Sesto Fiorentino

== PAUSA PRANZO ==
Possibilità di pranzo leggero in loco. Prenotazioni a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo


14,30 Sessione del pomeriggio

= Il parco della piana, una sfida per Comuni e Regione =
Tommaso Fattori consigliere regionale Sì Toscana a Sinistra
Serena Spinelli consigliera regionale MdP - Art. 1
Monia Monni consigliera regionale PD
Lorenzo Falchi sindaco di Sesto Fiorentino
Francesco Puggelli sindaco di Poggio a Caiano - presidente Provincia di Prato

Coordina Enrico Solito, Sinistra Italiana Sesto Fiorentino

Commenti
se son rose...
scritto da msirca, ottobre 09, 2019

sen son rose fioriranno, se son pompieri spegneranno...

Certo che molto dipende dalle convinzioni individuali sulla nuova pista; essa o ella è al momento l'imput maggiormente condizionante riguardo il destino di queto parco, ennesima novella dello stento che dura tanto tempo... (lustri su lustri ormai). Rispetto a quando la Prof.Anna Marson dovette fare salti mortali per camminare sui carboni ardenti quando il fantomatiico Parco doveva essere un corollario mitigatore del mostro/forno
in progetto, che si doveva mangiare la Piana dall'aria, cosa è cambiato? I pronunciamenti degli organismi super super partes hanno la loro importanza ma ma.... Credere all'allineamento dei sindaci contro il secondo mostro che si mangerebbe la Piana da terra, richiede un esercizio di fiducia (anche sul primo mostro) ma il Parco della Piana è talmete importante che anche labili convinzioni dei decisori politici fanno comodo...



busy
Ultimo aggiornamento ( mercoledý 09 ottobre 2019 )