...il vero sudicio!
Scritto da Luca   
mercoledý 11 ottobre 2006

Tratto da: Report Rai 3



MILENA GABANELLI IN STUDIO
Il sistema, che quando non è illegale è certamente immorale e rasenta il ricatto, si basa sullo scambio, io ti do e tu restituisci. Ci sono anche quelli che danno perché ci credono, troppo spesso in ballo c'è solo il tornaconto che qualcuno preferisce chiamare visibilità.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
Nel 2000 le società del gruppo Waste Italia, hanno dato  100, 100 e 50 milioni a Forza Italia. Nel 2001 altri 200, 200, 200 e 150, e poi ancora 200, 200, 200 e 100. Parliamo di milioni di lire sempre a Forza Italia. Dal 2002 i contributi passano ad Alleanza Nazionale in euro: 103 mila, 103 mila. Nel 2004 100 mila, 100 mila, 100 mila e 100mila. Si tratta sempre dello stesso  gruppo che si occupa di raccolta smaltimento rifiuti e termovalorizzatori. Il video industriale è presentato da Alessandro Cecchi Paone.

 

BERNARDO IOVENE
Io ho visto dal 2000 ad oggi ha finanziato prima Forza Italia e poi Alleanza Nazionale.

RENATO BRUNETTA- Forza Italia
Si, si ma... non si sa mai, non si sa mai.

BERNARDO IOVENE
E sta vincendo tanti appalti...

RENATO BRUNETTA- Forza Italia
Allora, a pensar male si fa peccato e quindi certamente Lei che fa queste domande maliziose fa peccato, però ci azzecca alla fine.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
La Waste Italia e consociate è a Milano.

PIETRO COLUCCI- Amministratore Delegato Waste Italia
Lo scopo per cui facciamo questi finanziamenti è quello di renderci visibili.

BERNARDO IOVENE
Ma poi ricevete favori?

PIETRO COLUCCI- Amministratore Delegato Waste Italia

No guardi, se il meccanismo fosse il favore non lo faremmo in modo pubblico, non Le pare, sarebbe anche troppo banale? No, l’esigenza è quella di chiarire certamente i contributi vengono fatti, indirizzati, verso quei partiti che “noi sentiamo più vicini” da un punto di vista della... 

BERNARDO IOVENE
E in questo caso Alleanza Nazionale ultimamente, forse perché il ministro dell’ambiente era di Alleanza Nazionale?

PIETRO COLUCCI- Amministratore Delegato Waste Italia
Insisto, no, Alleanza Nazionale è uno dei partiti che abbiamo finanziato. Noi finanziamo sistematicamente i DS da anni senza visibilità perché lo facciamo attraverso il sostentamento di loro iniziative che, se mi consentite... .

BERNARDO IOVENE
Dove governano lo fate?

PIETRO COLUCCI- Amministratore Delegato Waste Italia
No, a livello nazionale.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
A livello nazionale Sposetti non ricorda.

UGO SPOSETTI- Tesoriere Democratici di Sinistra
  Se me la fa conoscere, se loro fanno...

BERNARDO IOVENE
Hanno detto che danno soldi attraverso le feste dell’unità.

UGO SPOSETTI- Tesoriere Democratici di Sinistra
  Beh, di feste dell’unità ne facciamo 3.500. Può darsi che danno 1.000 euro alla festa del paesino dove abita un dirigente. Non lo so!

BERNARDO IOVENE
Questa visibilità che Lei dice, cioè “noi facciamo finanziamento ai partiti per acquistare visibilità”, no,  che cosa vuol dire?

PIETRO COLUCCI- Amministratore Delegato Waste Italia
Acquisire visibilità, non acquistare... termine infelice!

BERNARDO IOVENE
Scusi...

PIETRO COLUCCI- Amministratore Delegato Waste Italia
No, perché sa...

BERNARDO IOVENE
Acquisisce visibilità, cioè che cosa vuol dire?

PIETRO COLUCCI- Amministratore Delegato Waste Italia
Guardi, un’ azienda che fa produzione... 

BERNARDO IOVENE
Si, ma voi partecipate a gare pubbliche poi, cioè la visibilità dove sta?

PIETRO COLUCCI- Amministratore Delegato Waste Italia
Sta nel fatto del... come dire, trasferire... allora, le gare pubbliche vengono affidate con gara ovviamente, no? Nel nostro settore non esiste un affidamento ai privati. Innanzitutto perché le istituzioni che ricevono i contributi sono sempre diverse da quelle che fanno le gare, un fatto strutturale.

BERNARDO IOVENE
E allora perché lo fate? Ve lo chiedono?

PIETRO COLUCCI- Amministratore Delegato Waste Italia
No, guardi, questo è un meccanismo perverso. Capisco che la cosa sia sottile. Innanzitutto è un problema di... come dire, di vicinanza ideale ed è il motivo per cui... 

BERNARDO IOVENE
Beh, però se Lei dice che finanzia i DS, poi Alleanza Nazionale, poi Forza Italia, insomma... 

PIETRO COLUCCI- Amministratore Delegato Waste Italia
Eh, guardi, se Lei fa un’ analisi un po’ più approfondita di quella che appare, si renderà conto che tra i DS nell’ambito della coalizione di centro sinistra e Forza Italia nell’ambito di centro destra, troverà delle assonanze che non Le possono sfuggire. C’è un problema, diciamo di moderazione.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
Chi certamente sa le vere ragioni per cui vengono dati soldi ai partiti è Sergio Cusani, l’unico che, per questa ragione, si è fatto 5 anni di carcere.

SERGIO CUSANI
Mah, li dà per una cultura... è il fatto che in Italia bisogna stare attenti, bisogna essere coperti perché comunque perché ti può arrivare da qualsiasi parte una qualcosa che ti blocca la tua attività per cui... è il principio insomma della paura, ecco, è un’ assicurazione... chiamiamola così. 

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
Proseguiamo, il partito che riceve molti soldi, dai privati è l’UDC di Casini. Solo nel 2006 ha ricevuto 2.500.000 euro, i bonifici sono quasi tutti di 100.000 euro a parte i 150 di Autostrade Spa, vengono piu’ o meno dallo stesso gruppo di Francesco Gaetano Caltagirone, suo suocero.

BERNARDO IOVENE
Senta, ho visto che tra i privati c’è sempre Caltagirone.

GIUSEPPE NARO- Tesoriere UDC
Io ovviamente non...  mi astengo dal darLe qualunque informazione perché sono tutti atti depositati.

BERNARDO IOVENE
Son dati pubblici?

GIUSEPPE NARO- Tesoriere UDC
Atti depositati alle Camere, per una cosa che... Questo è il modo per pubblicizzarle, non mi pare sia il caso che in televisione io dia notizie o conferme.

BERNARDO IOVENE
No, ma le diamo noi nel senso che sono dati pubblici.

GIUSEPPE NARO- Tesoriere UDC
Mi astengo dal confermare o smentire qualunque dato riguardante questo.

BERNARDO IOVENE
No, come? Sono dati pubblici!

GIUSEPPE NARO- Tesoriere UDC
Si si, lo so bene che sono dati pubblici.

BERNARDO IOVENE
Si dico, se però Le chiedo come mai Caltagirone...

GIUSEPPE NARO- Tesoriere UDC
Non lo so, non so. Non conosco il motivo per cui può aver dato un contributo.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
I Caltagirone sono costruttori, editori, hanno tra gli altri il Messaggero e il Mattino di Napoli, e il capostipite è il suocero di Casini. Nel 2006, all’ UDC dalle società del gruppo è arrivato complessivamente 1.000.000 di euro.

ORAZIO CARABINI- Il Sole 24 Ore
Caltagirone è l’uomo “più liquido”, come si dice, d’Italia pronto a mettere 4 miliardi di investimento qualora si presentasse l’ opportunità.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
Solido o liquido anche della valle ha dato 150 mila euro all’ UDEUR di Mastella. Questi dati li leggiamo dalle dichiarazioni congiunte fatte da chi da’ e chi riceve, dati pubblici che qualsiasi cittadino puo’ richiedere a Roma in Piazza San Macuto. Ma prima delle ultime elezioni il governo ha decretato che fino a 50.000 euro non è necessaria la dichiarazione congiunta.

MAURIZIO BALOCCHI-Tesoriere Lega Nord
Quindi se io voglio donare a un partito, è bene che non vada tutte le volte sui giornali. Perché c’erano cittadini privati che facevano delle elargizioni e poi si trovavano per aver dato 10 milioni, 5 milioni o 50 milioni sul giornale con l’elenco questo l’ha dato a quel partito, a quell’altro partito a quell’altro partito. La chiarezza si, ma non la messa in berlina.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
Quindi fino a 50.000 si puo’ evitare di dichiarali alla Camera. Pensate che l’ultima legge parlava di un limite di 6000 euro e cioe’ di 5 milioni di lire rivalutati con l’ Istat.

SERGIO CUSANI
Io ricordo che un segretario amministrativo di uno dei tre grandi partiti che governavano il Paese mi raccontò che si erano inventati una lista di 500 militanti depositata presso la tesoreria di una cassa di una grande banca di Roma, la Cassa di Risparmio di Roma. Non ho nessun problema a fare il nome e questi ignari militanti, ufficialmente un gruppo di loro versava ogni giorno 5 milioni

BERNARDO IOVENE
E non lo sapevano neanche?

SERGIO CUSANI
Non lo sapevano neanche,. Sicuramente non lo sapevano neanche. Però figurava che versavano questi...

BERNARDO IOVENE
Questi contributi al partito.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
Allora erano 5 milioni, adesso si possono versare 50 mila euro alla volta.

LUIGI LUSI- Tesoriere Margherita
È una cosa che non consente alla gente di capire come si sostenga un partito. Perché 50 mila euro equivalente a 100 milioni è una cifra altissima in sostanza.

UGO SPOSETTI- Tesoriere Democratici di Sinistra
Penso che questa volta il Parlamento abbia un po’ esagerato nel limite.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
Intanto casi di corruzione e appalti pilotati non mancano dalla Sicilia alla Valle d’Aosta.

PIERCAMILLO DAVIGO
Sono state approvate leggi che rendevano più difficili le indagini su questi fatti. Ma nessuno si è mai dato da fare per cercare di contenere questi comportamenti, anzi ci sono stati casi clamorosi come quello della riforma del “falso in bilancio” che ha abbassato le pene. In America dopo lo scandalo Enron le pene sono state rese molto più severe, quindi non c’è motivo di ritenere se con pene più alte molte società hanno bilanci falsi non c’è da pensare che si siano messe in regola di fonte a pene più basse. E perché avrebbero dovuto.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
Torniamo ai dati della Camera c’è il partito dei Verdi che ha preso 2 contributi da 51 e 80mila euro da Forza Italia?

MARCO LION- Tesoriere Verdi  
Noi abbiamo condotto una battaglia ferocissima contro queste liste tarocco. Per cui questa lista ha dovuto modificare il proprio simbolo, perché se no nei fatti, sovrapponendolo era molto simile al nostro. Tant’è che alle ultime europee c’hanno portato via lo 0,4% dei voti.

BERNARDO IOVENE
Ma lei lo sapeva che erano finanziati da Forza Italia?

MARCO LION- Tesoriere Verdi  
No. Io sapevo che c’era Forza Italia dietro.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
Forza Italia a differenza degli altri partiti distribuisce soldi ai candidati, in campagna elettorale, ad Alessandro Cecchi Paone, Ombretta Colli, Iva Zanicchi, Elisabetta Gardini. Ma contributi da Forza Italia arrivano anche a partiti minori del centro destra, come il Pri, il Psdi, i Riformatori Liberali, il Nuovo Psi-Dc ha ricevuto da Forza Italia quest’anno 2 milioni di euro.

RENATO BRUNETTA- Forza Italia
È chiaro che se c’è un piccolo movimento, un medio movimento eccetera che potenzialmente ha voti e che vuole partecipare e non ha risorse, il partito maggiore di quella coalizione che ha tutto l’interesse ad avere anche quel valore marginale di quel partito ha tutto l’interesse a dargli una mano anche economicamente.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
Lo Stato garantendo la vita dei partiti che hanno l’1% dei voti permette a tutti di avere l’accesso alla politica.

FRANCO BONATO- Tesoriere Rifondazione Comunista
Fuor di metafora, se non vi fosse il contributo pubblico ai partiti la politica sarebbe fatta solo dai ricchi.

Commenti

busy
Ultimo aggiornamento ( mercoledý 11 ottobre 2006 )