Home
Annunci

 

Il sito ha qualche problema, ci scusiamo per i disagi causati ai lettori, speriamo di risolvere presto!

GRAZIE PER LA PAZIENZA!

 

Benvenuti !
Sul nostro sito Internet

 

Il Coordinamento dei Comitati della Piana dedica questo sito a beneficio di tutti i cittadini interessati.

Email: 
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 
Questo sito è lo strumento di comunicazione del Coordinamento dei Comitati della Piana FI PO PT.
Talvolta ospita altri soggetti con comunicazioni condivise.
Esso non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica, né è da considerarsi un mezzo d'informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.
Il materiale inserito in questo sito proviene da Internet oppure da atti diffusi da altri mezzi di comunicazione oppure prodotti dalle varie realtà componenti il Coordinamento e destinati a essere divulgati, quindi di dominio pubblico e utilizzati senza alcun fine di lucro.
Qualora inconsapevolmente il materiale pubblicato vìoli i diritti d'autore, vogliate comunicarlo per una pronta rimozione. I commenti ai post non sono moderati, le/gli autori/trici devono essere registrati per inserire commenti quindi sono rintracciabili anche sotto nikname; si invita alla moderazione e al rispetto.
 
Accesso





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Menu principale
Home
FAQ
Notizie
Documenti
Le alternative
Cerca
Forum
Galleria foto
Contattaci
Web link
Archivio
Chi è online
Abbiamo 1 visitatore online
Dal 9 Agosto 2006
Visitatori: 131146820
Calendario Eventi
Agosto 2019
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
2930311 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1
Ultimi Eventi
'24/08/19'
A Capannori, per colpire le mire di Rossi&C...
Sondaggi
Serve veramente un inceneritore nella Piana?
 
Galleria fotografica
Archivio
Newsletter

Ricevi via email le nostre notizie

Image


Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter settimanale






Syndication

Un tesoro di compost PDF Stampa E-mail
Scritto da msirca   
venerdì 20 ottobre 2006

Un terzo, più o meno, di quanto gettiamo nel "sacco nero" (a tanto ammonta la quantità degli avanzi di cibo e degli scarti vegetali) potrebbe aiutare egregiamente a rivitalizzare i nostri terreni.

La desertificazione non è un problema della Sicilia o della Calabria, anche la Pianura Padana si stà desertificando in molti punti....


http://www.greenreport.it

Il compost, un tesoro misconosciuto. Ma qualcosa si muove!
 
LIVORNO. Si è svolto presso il Dipartimento di Ecologia dell´Università della Calabria un convegno sul tema della desertificazione. L´iniziativa è stata promossa per capire quale possa essere il contributo della Calabria in questa direzione, in occasione dell’Anno internazionale dei deserti e della desertificazione, promosso per il 2006 dall´Assemblea generale delle Nazioni unite e dal Comitato nazionale per la Lotta alla siccità e desertificazione del Ministero dell´Ambiente, della Tutela del territorio e del mare.

Ultimo aggiornamento ( sabato 21 ottobre 2006 )
 
I nani e il gigante: cronaca del Consiglio Comunale a Greve PDF Stampa E-mail
Scritto da Giacomo   
giovedì 19 ottobre 2006

100px-greve_in_chianti-stemmaMercoledì 18 ottobre, Greve in Chianti, provincia di Firenze. Il consiglio comunale è convocato in seduta straordinaria per discutere e votare una mozione sottoscritta da 250 cittadini contro la costruzione di un inceneritore di rifiuti nel bel mezzo del Chianti. Il Chianti, un territorio famoso in tutto il mondo per le sue colline, i suoi vigneti, i suoi ulivi.

Un territorio che gli amministratori locali hanno deciso bene di devastare con un colosso che brucia la nostra spazzatura diffondendola nell'aria.

La nasconde ai nostri occhi, per farla rientrare dal naso. E poi giù, nel sangue, nei polmoni. Per sempre, impossibile da espellere. Mi siedo nella parte della sala consiliare riservata al pubblico. Dietro di me uno striscione recita "No all'inceneritore".
Da un lato, il simbolo di Rifondazione comunista. Al centro della sala, il dottor Stefano Montanari, ormai celebre in tutta Italia e non solo per le sue ricerche scientifiche sugli effetti delle nanopolveri sulla salute umana, controlla che il suo portatile funzioni. Arrivano gli assessori, i consiglieri, il sindaco. 

Ultimo aggiornamento ( venerdì 20 ottobre 2006 )
 
Al pioniere del microcredito il Nobel per la pace PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
giovedì 19 ottobre 2006

-da metamorfosi- 

L'economista Muhammad Yunus e la Grameen Bank da lui fondata hanno vinto il premio Nobel per la Pace, per avere cercato di sollevare dalla povertà milioni di persone. Yunus, 66 anni, ha creato nel 1976 una speciale banca per concedere credito ai più poveri in Bangladesh, in particolare alle donne, consentendo loro di aprire delle piccole imprese senza bisogno di garanzie. Nel farlo è stato il pioniere del "microcredito", un sistema che è stato poi utilizzato in più di 100 paesi in tutto il mondo. "La pace duratura non potrà essere raggiunta se grandi masse di popolazione non troveranno i modi per uscire dalla povertà. Il microcredito è uno di questi modi. Lo sviluppo dal basso serve anche a far avanzare la democrazia e i diritti umani", ha detto il Comitato norvegese del Nobel. "Sradicare la povertà può portare ad una pace reale", ha commentato Yunus.

Ultimo aggiornamento ( venerdì 20 ottobre 2006 )
 
sciogliere i comuni che non fanno ( o fanno male) la raccolta differenziata PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
mercoledì 18 ottobre 2006

 

 ROMA, 18 ott - Sciogliere i comuni che non assicurano la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani: e' quanto prevede un ddl elaborato dal presidente della commissione ambiente del senato Tommaso Sodano. Secondo Sodano ''l'emergenza rifiuti della Campania e' il livello visibile e immediatamente percepibile di una situazione drammatica che riguarda in realta' l'intero paese. Nonostante l' impegno di alcune realta' nell'avviare serie politiche di raccolta differenziata e riciclaggio in Italia cresce la quantita' di rifiuti da smaltire. Se non prendiamo seri provvedimenti tra vent'anni ne saremo sommersi''. Secondo il parlamentare ''ci sono studi che dimostrano come differenziando i rifiuti si puo' passare agevolmente dai 532 kg prodotti ogni anno individualmente a 160-170. E' chiaro che dove cio' non avviene c'e' una mancanza di volonta' politica di organizzare la raccolta porta a porta dal momento che e' dimostrato che quella fatta in strada non funziona. E' necessario dare un segnale inequivocabile e e ineludibile per impedire che si continui a rinviare, costruire discariche e progettare inceneritori''. (ANSA). GER

Ultimo aggiornamento ( venerdì 20 ottobre 2006 )
 
18 ottobre: "Rifiuti Day" a Greve in Chianti PDF Stampa E-mail
Scritto da Giacomo   
martedì 17 ottobre 2006
100px-greve_in_chianti-stemmaLo hanno già ribattezzato il “Rifiuti Day”.Mercoledì 18 ottobre il Dottor Stefano Montanari sarà a Greve in Chianti, invitato dal Circolo comunale di Rifondazione Comunista in collaborazione con gli Amici di Beppe Grillo, il Laboratorio politico di Greve, i circoli locali di Legambiente e i Medici per l’Ambiente.
 
Alle 17 il Consiglio comunale si riunirà in seduta straordinaria per ascoltare Montanari e discutere la mozione di iniziativa popolare per la tutela dell’ambiente e della salute pubblica firmata da oltre 250 grevigiani.
 
Alle 20, al Ristorante Giovanni da Verrazzano, una cena aperta a tutti servirà a raccogliere fondi per la Fondazione che sostiene le ricerche dell’Istituto Nanodiagnostics di Modena.Alle 21, infine, alla Casa del Popolo di Greve, inizierà una serata di informazione e partecipazione con la proiezione in anteprima del documentario “Non bruciamoci il futuro” realizzato dai Comitati della Piana e la conferenza “Inceneritori e nanopatologie” dello stesso Montanari.
Ultimo aggiornamento ( martedì 17 ottobre 2006 )
 
L'Italie lance la première filière intégrée de plastiques "bio" PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
martedì 17 ottobre 2006

C 'est une discrète révolution industrielle, à base de maïs et de graines de tournesol, qui est en train de naître à Terni, une ville moyenne d'Ombrie située à une centaine de kilomètres au nord de Rome. Sur ce pôle naguère prospère de la sidérurgie et de la chimie, la société italienne Novamont, pionnière dans le secteur des produits biodégradables, a inauguré, vendredi 13 octobre, la "première bio-raffinerie verte au monde, capable de produire des bio-polyesters à base d'huile végétale". Leader européen des bio-plastiques à base d'amidon grâce à son produit vedette, le Master-Bi, dont 35 000 tonnes sortent déjà du site de Terni, la firme porte sa capacité de production à 60 000 tonnes, soit environ 60 % du marché mondial.

le monde 16.10.06 

 

Ultimo aggiornamento ( martedì 17 ottobre 2006 )
 
l'ENAC su Rai Tre avvisa: la lottizzazione di castello non è autorizzata PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
lunedì 16 ottobre 2006
l'ENAC su Rai Tre avvisa: la lottizzazione di castello non è autorizzata
Comunicato Stampa Unaltracittà/Unaltromondo

Peretola, l'ENAC su Rai Tre avvisa: la lottizzazione di castello non è autorizzata.
De Zordo: "La sicurezza aeroportuale messa a rischio da una speculazione garantita dalle amministrazioni pubbliche"

da Report del 15ottobre 2006
"VITO RIGGIO- Direttore Generale Enac
Noi non possiamo impedire alle autonomie della città di presentare progetti che per altro abbiamo già avvisato essere in forte contrasto con la possibilità di espansione di un aeroporto che è già molto stretto, ma anche lì senza il parere dell'ENAC non si potrà costruire niente, a meno che non si preferisca chiudere l'aeroporto.

GIOVANNA CORSETTI -- giornalista
Sa che il cantiere e' gia' stato aperto?

VITO RIGGIO, Direttore Generale Enac
Noi abbiamo fatto presente che il codice della navigazione è in funzione, quindi chiunque abbia cantierato prima che sia stato completato lo studio sul rischio lo ha fatto a proprio rischio e pericolo dal punto di vista anche delle responsabilità. "
Ultimo aggiornamento ( lunedì 16 ottobre 2006 )
 
La predizione di Hubbert PDF Stampa E-mail
Scritto da msirca   
lunedì 16 ottobre 2006
Cinquantenario della Predizione di Hubbert
Scritto da Giorgio Nebbia
mercoledì 11 ottobre 2006

Da "La Gazzetta del Mezzogiorno", martedì 10 ottobre 2006
http://www.aspoitalia.net

Giorgio Nebbia

Cinquant'anni fa, nel 1956, un geologo della compagnia petrolifera hell, King Hubbert (1903-1989), si presentò alla Conferenza dell'Istituto americano del Petrolio per leggere una relazione sul futuro dell'energia.
Hubbert aveva passato la sua vita professionale fra le miniere di carbone e i campi petroliferi, studiando la loro estensione e le riserve disponibili. Aveva scritto la sua relazione in fretta e furia e ne aveva mandato una copia agli uffici della Shell, per cui lavorava; mentre stava per leggerla uno dei funzionari della Shell gli telegrafò di non presentarla, ma era troppo tardi e Hubbert espose quella che si sarebbe rivelata una bomba tecnico-scientifica ed economica. Sulla base dei suoi dati Hubbert sostenne che, se si conosce la dimensione delle riserve di una fonte di energia ---carbone o petrolio (allora il metano si affacciava appena all'orizzonte) --- e si conoscono i consumi annui si può prevedere che arriverà un giorno in cui le riserve cominceranno a diminuire e la produzione comincerà a diminuire, dopo aver raggiunto un massimo: il "picco di Hubbert".
Ultimo aggiornamento ( martedì 17 ottobre 2006 )
 
Prevenzione rifiuti PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
lunedì 16 ottobre 2006
News letter n. 4/06 - ad EcoMondo le LINEE GUIDA SULLA PREVENZIONE E MINIMIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI URBANI

Il convegno
Il 9 novembre a Rimini Fierasi si svolgerà in occasione di Ecomondo un convegno di presentazione delle Linee Guida sulla prevenzione dei rifiuti, frutto di un lavoro che ha visto protagonisti nel 2005 il gruppo di lavoro specifico di Federambiente e l’Osservatorio Nazionale Rifiuti.

I due organismi - a tale scopo hanno siglato una convenzione di collaborazione che, nell’arco di poco più di anno, ha poi permesso in maniera utile e condivisa un’estensione dei contenuti di questo lavoro anche al Forum Prevenzione di Federambiente.
Ultimo aggiornamento ( lunedì 16 ottobre 2006 )
 
Confronto sui sistemi di gestione dei rifiuti PDF Stampa E-mail
Scritto da msirca   
sabato 14 ottobre 2006
La primavera cominciava a far fiorire i mandorli della Piana quando i Comitati hanno chiesto al presidente Martini un confronto sui sistemi di gestione dei rifiuti.....
Ultimo aggiornamento ( domenica 15 ottobre 2006 )
 
Inceneritore di Trento: anche i politici digiunano PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
sabato 14 ottobre 2006
trento-stemmaIl digiuno a staffetta contro il progettato inceneritore di Trento nord, cominciato ormai due anni e mezzo fa e arrivato a 940 giorni consecutivi, vede sempre piu' politici coinvolti. Da quattro mesi, poi, l' iniziativa trentina avviata dall' associazione Nimby si e' gemellato con una simile in Lazio contro il gassificatore di Malagrotta
Ultimo aggiornamento ( martedì 17 ottobre 2006 )
 
sacchetti di plastica addio PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
venerdì 13 ottobre 2006

(da ansa 13 ottobre)

Pronto l'emendamento alla finanziaria per abolire dal nostro paese la produzione e la diffusione entro il 2010 dei sacchetti di plastica derivata dal petrolio per sostituirli con shopper biodegradabili, provenienti da materiali di origine vegetale''. Lo ha annunciato Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente, partecipando al convegno della Novamont ''Oltre il petrolio, verso la bioeconomia: la bioraffineria integrata con il territorio'' a Novara. L' emendamento, ha riferito Realacci, sara' presentato martedi' prossimo e ''avra' l'obiettivo di abbattere significativamente le emissioni di gas serra e dare cosi' un contributo al grave ritardo che il nostro Paese ha accumulato rispetto al raggiungimento degli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto''

Ultimo aggiornamento ( venerdì 13 ottobre 2006 )
 
A Report l'aeroporto di Peretola PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
venerdì 13 ottobre 2006

Peretola. La sicurezza dell'Aeroporto di Firenze domenica sera a Report, su Rai 3

Domenica 15 ottobre alle 21.30 su RAI TRE andrà in onda il servizio di Report "4 MINUTI E  38 SECONDI" di Giovanna Corsetti. Nel 2004 un'inchiesta di Report  aveva evidenziato importanti lacune in materia di sicurezza in alcuni aeroporti italiani come in quelli di  Linate, Firenze, Genova e Palermo. A distanza di due anni la redazione di Report è andata a verificare come vengono gestiti questi aeroporti e cosa è cambiato da allora.

Ultimo aggiornamento ( venerdì 13 ottobre 2006 )
 
comunicato congiunto wwf- lega ambiente Agliana e Pistoia PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
giovedì 12 ottobre 2006

Pistoia, 11 ottobre 2006 Rifiuti : quale partecipazione?

Il nuovo commissario alla gestione  dei rifiuti della Campania, Guido Bertolaso, una volta occupato il suo
nuovo incarico, ha pronunciato una frase emblematica :

'Qui non dobbiamo voltare pagina, semplicemente occorre cambiare libro'.

Riprendendo questa frase, peraltro riferita ad un contesto molte volte più drammatico di quello toscano, potremmo più o meno riadattarla alla nostra realtà locale.Il punto fondamentale è che è mancata la
partecipazione, il coinvolgimento sia delle associazioni ambientaliste che dei comitati territoriali per quanto riguarda la gestione dei rifiuti.
L'inceneritore di Montale è in fase di potenziamento, dalle attuali 120 ton / gg a 220 ton / gg per la 'modica' spesa di circa 20 milioni di euro.Si intraprende questa via  senza tener conto della situazione sanitaria generale: come associazioni ambientaliste avevamo espressamente richiesto un'attenta ricerca epidemiologica sulla popolazione locale (e non solo) per capire e studiare le ricadute non soltanto delle emissioni provenienti dall'inceneritore, ma anche quelle dovute ad altre fonti inquinanti (vivaismo, traffico veicolare,ecc).
Nessuno ha preso in considerazione questa proposta quando forse era il caso di fermarsi un attimo e di ragionare, tutti insieme, nessuno escluso.

Ultimo aggiornamento ( giovedì 12 ottobre 2006 )
 
comunicato stampa PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
mercoledì 11 ottobre 2006
logodezordoCOMUNICATO STAMPA

Firenze, 11 Ottobre 2006

DE ZORDO: «CENTRALINA PER MONITORARE L'INQUINAMENTO A QUARACCHI PERCHÈ GLI AEREI CHE SORVOLANO L'AREA DISPERDONO SOSTANZE MALEODORANTI»

Collocare, in tempi brevi, una centralina fissa nell'area di Quaracchi per monitorare e valutare i livelli di inquinamento atmosferico, causato dai sorvoli degli aerei in atterraggio all'aeroporto di Peretola. Lo chiede, in una interpellanza, la capogruppo di Unaltracittà/Unaltromondo Ornella De Zordo.
«I residenti - si legge nell'interpellanza - hanno presentato esposti denunciando la dispersione di sostanze maleodoranti da parte di aerei che sorvolano la zona. Da parte sua l'Arpat ha confermato che si tratta dello scarico di carburante incombusto, cherosene, derivante dai motori di alcuni velivoli in fase di atterraggio, e ha stimato che sarebbero responsabili dell'inquinamento per il 94% gli atterraggi della compagnia Meridiana all'aeroporto Vespucci di Peretola».
«Come se non bastasse - sottolinea Ornella De Zordo - la compagnia Meridiana ha annunciato nuove linee e collegamenti europei, che incrementeranno a breve gli aerei in sorvolo anche su Quaracchi».
«E' indispensabile - continua - dare risposte puntuali ai cittadini e poter individuare idonee soluzioni alla dispersione di sostanze maleodoranti e nocive alla salute».
«Peraltro - ha ricordato la capogruppo di Unaltracittà/Unaltromondo - in una nota dell'assessore all'ambiente del 18 settembre scorso si indica l'opportunità di "procedere a una campagna specifica di rilievi atmosferici con centralina mobile a terra nell'area interessata dai suddetti fenomeni"». (fn)

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 11 ottobre 2006 )
 
...il vero sudicio! PDF Stampa E-mail
Scritto da Luca   
mercoledì 11 ottobre 2006

Tratto da: Report Rai 3



MILENA GABANELLI IN STUDIO
Il sistema, che quando non è illegale è certamente immorale e rasenta il ricatto, si basa sullo scambio, io ti do e tu restituisci. Ci sono anche quelli che danno perché ci credono, troppo spesso in ballo c'è solo il tornaconto che qualcuno preferisce chiamare visibilità.

BERNARDO IOVENE (fuori campo)
Nel 2000 le società del gruppo Waste Italia, hanno dato  100, 100 e 50 milioni a Forza Italia. Nel 2001 altri 200, 200, 200 e 150, e poi ancora 200, 200, 200 e 100. Parliamo di milioni di lire sempre a Forza Italia. Dal 2002 i contributi passano ad Alleanza Nazionale in euro: 103 mila, 103 mila. Nel 2004 100 mila, 100 mila, 100 mila e 100mila. Si tratta sempre dello stesso  gruppo che si occupa di raccolta smaltimento rifiuti e termovalorizzatori. Il video industriale è presentato da Alessandro Cecchi Paone.

 
Ultimo aggiornamento ( mercoledì 11 ottobre 2006 )
 
<< Inizio < Prec. 71 72 73 74 Pross. > Fine >>

Risultati 1191 - 1207 di 1252
Questo sito è lo strumento di comunicazione del Coordinamento dei Comitati della Piana FI PO PT. Talvolta ospita altri soggetti con comunicazioni condivise.Esso non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica, né è da considerarsi un mezzo d'informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. Il materiale inserito in questo sito proviene da Internet oppure da atti diffusi da altri mezzi di comunicazione oppure prodotti dalle varie realtà componenti il Coordinamento e destinati a essere divulgati, quindi di dominio pubblico e utilizzati senza alcun fine di lucro. Qualora inconsapevolmente il materiale pubblicato vìoli i diritti d´autore, vogliate comunicarlo per una pronta rimozione. I commenti ai post non sono moderati, le/gli autori/trici devono essere registrati per inserire commenti quindi sono rintracciabili anche sotto nikname; si invita alla moderazione e al rispetto.

© 2019 NoInceneritori.org
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.