Home
Annunci

 

Il sito ha qualche problema, ci scusiamo per i disagi causati ai lettori, speriamo di risolvere presto!

GRAZIE PER LA PAZIENZA!

 

Benvenuti !
Sul nostro sito Internet

 

Il Coordinamento dei Comitati della Piana dedica questo sito a beneficio di tutti i cittadini interessati.

Email: 
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 
Questo sito è lo strumento di comunicazione del Coordinamento dei Comitati della Piana FI PO PT.
Talvolta ospita altri soggetti con comunicazioni condivise.
Esso non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica, né è da considerarsi un mezzo d'informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.
Il materiale inserito in questo sito proviene da Internet oppure da atti diffusi da altri mezzi di comunicazione oppure prodotti dalle varie realtà componenti il Coordinamento e destinati a essere divulgati, quindi di dominio pubblico e utilizzati senza alcun fine di lucro.
Qualora inconsapevolmente il materiale pubblicato vìoli i diritti d'autore, vogliate comunicarlo per una pronta rimozione. I commenti ai post non sono moderati, le/gli autori/trici devono essere registrati per inserire commenti quindi sono rintracciabili anche sotto nikname; si invita alla moderazione e al rispetto.
 
Accesso





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Menu principale
Home
FAQ
Notizie
Documenti
Le alternative
Cerca
Forum
Galleria foto
Contattaci
Web link
Archivio
Chi è online
Dal 9 Agosto 2006
Visitatori: 60526457
Calendario Eventi
Dicembre 2017
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
272829301 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Ultimi Eventi
'01/12/17'
Per i Centri del riuso...Molin del Piano
'02/12/17'
Firenze: 3 pacchi da restituire al mittente
Sondaggi
Serve veramente un inceneritore nella Piana?
 
Galleria fotografica
Archivio
Newsletter

Ricevi via email le nostre notizie

Image


Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter settimanale






Syndication

PARLAMENTO EUROPEO :IMAS CRITICA EMENDAMENTI STRASBURGO PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
venerdì 29 settembre 2006
(ANSA) - BRUXELLES, 26 SET - Il commissario Ue all'Ambiente Stavros Dimas critica gli emendamenti alla direttiva sulla qualita' dell'aria approvati oggi dal Parlamento europeo. ''Mi rallegro che il Parlamento abbia approvato la nostra strategia volta a ridurre l'inquinamento atmosferico, ma sono dispiaciuto che gli emendamenti votati a Strasburgo attenuano gli effetti della legislazione in alcuni punti essenziali'', ha dichiarato il commissario ricordando che l'inquinamento atmosferico riduce la durata della vita di tutti i cittadini europei ''in media di otto mesi'', ''un motivo valido - ha precisato - per affrontare risolutamente il problema''. Il commissario ha puntato il dito soprattutto sulla decisione di spostare il valore limite giornaliero delle concentrazioni di Pm10, autorizzando la possibilita' di superarlo fino ad un massimo di 55 giorni al posto degli attuali 35 e il fatto che gli emendamenti votati oggi allungano il tempo assegnato per rispettare le concentrazioni di polveri sottili oltre il limite del 1 gennaio 2010 proposto invece dalla Commissione. Nello stesso tempo, ha fatto rilevare Dimas, il Parlamento ha scelto di abbassare il limite attuale di Pm10. ''Riconosciamo la necessita' di concedere una proroga supplementare - ha osservato il commissario -, ma ogni rinvio deve essere strettamente limitato perche' significa che ci saranno persone esposte a livelli di inquinamento eccessivo per un periodo piu' lungo, con conseguenti rischi per la salute. per questo non possiamo accettare la proposta del Parlamento che prevede invece una proroga di oltre cinque anni''. Alleggerire il valore limite quotidiano di Pm10 significa, ha rilevato ancora Dimas, che le persone ''piu' vulnerabili alla cattiva qualita' dell'aria possono essere esposte a livelli di inquinamento elevati durante un gran numero di giorni all'anno e questa e' una prospettiva inaccettabile''.
Ultimo aggiornamento ( venerdì 29 settembre 2006 )
 
Le superballe di Quark ... dal blog di Beppe Grillo PDF Stampa E-mail
venerdì 29 settembre 2006
beppe_grillo_l   Un articolo per aprire gli occhi su un certo tipo di divulgazione scientifica che forte di una diffusa e immeritata credibilità ottenuta per il solo merito di parlare tramite la televisione di stato, mistifica le evidenze spalleggiando le lobby inceneritoriste...

consulta il link e leggi l'articolo

 visita il Blog
di Beppe Grillo

 
 
Ultimo aggiornamento ( martedì 15 luglio 2008 )
 
Leggendo sul Tirreno ...Martini, Inceneritori e Cina PDF Stampa E-mail
Scritto da Luca   
venerdì 29 settembre 2006
 

Leggevo sul Tirreno cronaca di Prato un trafiletto intitolato "Inceneritori se ne parla anche in Cina" con tanto di foto del presidente Caludio Martini.
Il titolo mi ha fatto ricordare questo video-report dall'aspetto sociale ed ambientale del singolo "Stop Me" (anno 2006) dei Planet Funk girato in Cina che denuncia una città-discarica.
Dove si puo ben vedere che anche in Cina non hanno la più ben che minima intenzione di bruciare le tonellate (comprate?) di rifiuti; anzi li riciclano per ricavare materiali!
Dunque presidente Martini le propongo di cambiare musica e le auguro...
Buona visione Cool

 Video "Stop Me" Planet Funk (3 min.) 

 
Ultimo aggiornamento ( venerdì 29 settembre 2006 )
 
Presentata alle camere la Petizione di Greenpeace e Rete Rifiuti Zero PDF Stampa E-mail
venerdì 29 settembre 2006

Petizione di Greenpeace e rete Rifiuti Zero consegnata oggi a Roma ai presidenti di senato e camera.
L'iniziativa chiede la sospensione dei contributi concessi all'energia prodotta dall'incenerimento dei rifiuti.

Gli inceneritori emettono più CO2 di una centrale a carbone
Come si fa a definire fonte rinnovabile il processo di combustione dei rifiuti? Contro questo paradosso sono state consegnate oggi ai Presidenti di Camera e Senato quasi 30mila firme da Greenpeace e dalla Rete Nazionale Rifiuti Zero per chiedere l'abolizione del sussidio agli inceneritori. La produzione elettrica da incenerimento dei rifiuti è sussidiata, infatti, sia attraverso i costi di smaltimento sia grazie agli incentivi che dovrebbero essere riservati alle fonti rinnovabili di energia, prive di emissioni inquinanti.

Ultimo aggiornamento ( venerdì 29 settembre 2006 )
 
Per l'Enea i Termovalorizzatori sono una tecnologia vecchia PDF Stampa E-mail
giovedì 28 settembre 2006
Eco-Energia: l'Enea propone una nuova tecnologia per trasformare i rifiuti in energia28/09/2006 10:52
Smaltire i rifiuti urbani in modo pulito, con un impatto ambientale minimo, producendo eco-energia. Dopo gli esperimenti in Germania e Islanda anche in Italia si sta facendo strada la tecnica del futuro, che dovrebbe sostituire quella degli inceneritori: la pirolisi. A proporre la nuova tecnologia e' l'Enea, che sta vagliando le varie ipotesi possibili allo scopo di rendere una questione ambientale ed economica in una risorsa, per trasformare la maggior parte dei rifiuti in energia termica ed elettrica. E' questo l'obiettivo dell'Enea: ottenere la massima resa dal punto di vista energetico con il minor impatto ambientale. ''Penso proprio che possiamo cominciare a pensare che in un futuro molto prossimo i termo-valorizzatori saranno messi al bando perche' troppo inquinanti - spiega Angelo Moreno, ricercatore dell'Enea della Casaccia - Una nuova tecnologia, chiamata pirolisi, gia' in funzione in Germania e in Islanda, sembra avere un futuro molto promettente''.
Ultimo aggiornamento ( sabato 30 settembre 2006 )
 
dalla francia:vivace opposizione a progetti di nuovi inceneritori PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
mercoledì 27 settembre 2006
Les projets d'incinérateurs de déchets suscitent une vive opposition

Article publié le 08 Septembre 2006
Par Hervé Kempf
Source : LE MONDE
Taille de l'article : 351 mots

Extrait : LES DEUX candidates à l'élection présidentielle et anciennes ministres de l'environnement, Dominique Voynet et Corine Lepage, se sont retrouvées, mercredi 6 septembre, devant leur ancien ministère, à Paris : elles participaient à la « Journée internationale contre l'incinération », organisée pour la France par le Centre national d'information indépendante sur les déchets (Cniid). « Il y a sur le terrain une énorme préoccupation sur cette question, dit Dominique Voynet. Les gens découvrent, en protestant contre les incinérateurs ou les décharges, l'ampleur du problème des déchets.
Ultimo aggiornamento ( giovedì 28 settembre 2006 )
 
Oms: l’esposizione ambientale responsabile di quasi un quarto di tutte le malattie PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
mercoledì 27 settembre 2006

(traduzione e adattamento a cura della redazione di EpiCentro) www.epicentro.iss.it

Circa il 24% di tutte le malattie nel mondo è dovuto all’esposizione a fattori ambientali. Gran parte di questi rischi, però, potrebbero essere evitati attraverso interventi mirati, come dimostra il nuovo rapporto dell’Oms.

Secondo le stime, più del 33% delle malattie nei bambini al di sotto dei 5 anni è dovuto a fattori ambientali. Prevenire l’esposizione a questi fattori di rischio salverebbe circa 4 milioni di vite all’anno solo fra i bambini, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo.

Il rapporto, intitolato “Prevenire le malattie grazie a un ambiente migliore: verso una stima del carico di malattia legato all’ambiente”, rappresenta finora il contributo più completo e sistematico su quanto i fattori di rischio ambientali prevenibili possano contribuire a un’ampia gamma di malattie e incidenti. L’analisi è focalizzata sulle cause ambientali delle malattie e su quanto le diverse patologie possano essere influenzate dall’ambiente. I dati mostrano come decessi, malattia e disabilità possano essere effettivamente ridotti ogni anno attraverso una politica ambientale adeguata.

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 27 settembre 2006 )
 
ENERGIA: SOVRATTASSA RINNOVABILI DA INCENERITORI A SOLARE PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
mercoledì 27 settembre 2006

(ANSA) - ROMA, 26 set - ''Stiamo lavorando per spostare la sovrattassa sulle rinnovabili, l'ex Cip 6, che finora e' andata per il 70% a fonti che rinnovabili non sono, dagli inceneritori al solare. Su questo credo ci sia ormai anche un'intesa con gli altri ministeri''. Cosi' il presidente della Commissione nazionale energia solare (Cnes) e capo segreteria tecnica del ministero dell'Ambiente, Fabrizio Fabbri. ''Se l'avessimo fatto dal 1991 - ha detto Fabbri nel corso di uno speciale su RaiUtile - oggi dovremmo trovarci in testa alla classifica europea nella produzione di energia solare. Quei soldi sono invece stati dati per bruciare code pesanti di raffinazione, rifiuti e le peggiori porcherie che esistono sulla terra''. In merito alle tappe di lavoro della Commissione nazionale energia solare (Cnes), Fabbri ha aggiunto: ''Con la Commissione vorremmo arrivare a definire nel giro 6-7 mesi il punto reale della situazione. Ancora oggi abbiamo difficolta' ad avere un quadro complessivo delle installazioni e del loro funzionamento. Serve poi, coordinamento sulla ricerca per colmare il ritardo che abbiamo accumulato rispetto agli altri Paesi''. (ANSA).

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 27 settembre 2006 )
 
AMBIENTE: Bobbio, il rifiuto come risorsa economica PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio   
mercoledì 27 settembre 2006

ROMA, 26 set - ''Il rifiuto non e' un problema. Se utilizzato e sfruttato correttamente puo' diventare una risorsa non solo tecnologica, ma anche economica''. Ad affermarlo e' Enrico Bobbio, presidente del consorzio PolieCo-Consorzio per il riciclaggio dei rifiuti di beni in polietere, nel corso della conferenza stampa indetta per illustrare il ruolo svolto per la tutela ambientale, gli obiettivi conseguiti ed i nuovi progetti operativi del Consorzio. Nonostante il 2005 sia stato ''un anno difficile per il settore del riciclaggio, il Consorzio PolieCo ha raggiunto 375.000 tonnellate di materiale riciclato: risultato superiore a quello dell'anno precedente'' spiega Bobbio. ''Il costo dell'attivita' di recupero e' stato di 15.60 euro, il piu' basso in Europa. In questo modo'' continua il presidente ''abbiamo risparmiato circa 200.000 tonnellate equivalenti di petrolio, 225.000 kw di energia ed abbiamo evitato l'immissione nell'aria di circa 637.500 tonnellate di Co2''. Riguardo l'impegno che l'Italia ha sottoscritto a Kyoto, il presidente afferma che ''Anche il riciclaggio contribuisce a ridurre le emissioni. Questo'' conclude ''e' il contributo del Consorzio al Paese''. (ANSA). I22-GER 26/09/2006 15:00

 

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 27 settembre 2006 )
 
"gita educativa" a Capannori PDF Stampa E-mail
martedì 26 settembre 2006

“COMITATO NO! ALL’INCENERITORE DEL CALICE”
http://www.noinceneritorecalice.org/
Sabato 30 settembre "gita educativa" a Capannori
per vedere come è concretamente possibile raccogliere in modo differenziato l'82% dei rifiuti

Ultimo aggiornamento ( martedì 26 settembre 2006 )
 
Montanari: polemiche ed intervista dopo il consiglio provinciale PDF Stampa E-mail
lunedì 25 settembre 2006
 

Dopo l'audizione del dott Montanari al Consiglio Provinciale di Prato di giovedì 21 settembre sono fioccate le polemiche:

Il capogruppo de La Margherita in Consiglio Provinciale e vice sindaco di Montemurlo Aurelio Biscotti ha critato l'intervento di Montanari, giudicandolo in sostanza inconsistente nelle risposte date alle domande poste.

Montanari ha risposto con questa ficcante stilettata.

Montanari ha inoltre rilasciato una breve intervista al termine dell'audizione che è possibile rivedere  

Ultimo aggiornamento ( martedì 26 settembre 2006 )
 
Report Rai3 domani ore 21:00 Speciale omissioni 11 Settembre 2001 PDF Stampa E-mail
Scritto da Luca   
sabato 23 settembre 2006
250px-wtc1_on_firePuntata speciale di Report il 24 settembre alle ore 21.00.
Verrà trasmessa l'edizione italiana di "Confronting the evidence", il primo filmato americano che mette in luce i punti oscuri dei fatti dell'11 Settembre e tutte le omissioni prodotte dalla Commissione d'indagine. Il filmato è stato prodotto nel 2004 da Jimmy Walter, un miliardario che ha investito 7 milioni di dollari di tasca propria per chiedere la riapertura della Commissione. Il DVD è stato distribuito in centinaia di migliaia di copie gratuitamente in tutto il mondo e l'utilizzo è libero da diritti, però nessuna tv pubblica e nessun network nazionale lo ha mai trasmesso. Eppure le riviste Forbes, Newsweek, USA Today, New York Times hanno accettato i soldi di Walter per pubblicare pagine di pubblicità nelle quali si sollevano dubbi e si chiede al Governo di rispondere. Quello che viene mostrato sono considerazioni, analisi e fatti che oggettivamente meritano di essere presi in considerazione. Certamente "Confronting the evidence" ha prodotto un primo effetto: dopo la diffusione del video, circa 8.000 cittadini newyorkesi e 2.000 squadre di pronto soccorso e pulizia hanno fatto causa all'Agenzia per la protezione ambientale e al Sindaco di New York in merito alla respirabilità dell'aria. Il documento prova che l'EPA mentì pochi giorni dopo l'attentato dicendo che l'aria era respirabile, ed invitando tutti a tornare a lavorare. Molti di loro si sono ammalati. Secondo un recente sondaggio realizzato dalla ‘Scripps Survey Research Center presso l'Universita' dell'Ohio', piu' di un terzo degli americani sospetta che il governo abbia favorito gli attacchi o che non abbia intrapreso alcuna azione per bloccarli, mentre il 66,6% dei newyorkesi chiede la riapertura della Commissione dell'11 settembre.
Ultimo aggiornamento ( martedì 26 settembre 2006 )
 
10a Fiera della Citta' Possibile PDF Stampa E-mail
Scritto da Valeria Nardi   
sabato 23 settembre 2006

La Fiera che fa conoscere tutto il buono del Nordest  L'Ecoistituto del Veneto Alex Langer, l'associazione VeneziAmbiente e la rete dei Gaia Club organizzano nei giorni 29 e 30 settembre e domenica 1 ottobre a Mestre la decima Fiera della Città Possibile, che da quest'anno si chiama GAIA. Lo scorso anno la Fiera ha avuto un notevole successo di pubblico, con almeno 3.000 persone che hanno partecipato alle varie iniziative. Lo spirito della fiera GAIA è far conoscere i tantissimi esempi di buone pratiche e tecnologie sostenibili presenti nel nordest, a partire dal Veneto.

Ultimo aggiornamento ( martedì 26 settembre 2006 )
 
Inceneritori, se ne parla all'universita' PDF Stampa E-mail
Scritto da Luca   
sabato 23 settembre 2006

unifiLunedi' 25 Settembre 2006, ore 11.
Presso il Polo Scientifico di Sesto Fiorentino, Firenze.
Aula 37 (aula grande al pianterreno) del Dipartimento di Chimica,
Via della Lastruccia 3

Relatore: Prof. Antonietta Gatti, dipartimento di Neuroscienze,
Laboratorio di Biomateriali, Università di Modena
Titolo: Particolato Ultrafine: tossicità e coinvolgimenti ambientali.

Dopo tante polemiche sugli inceneritori in provincia di Firenze, se ne parla all'università insieme con la prof. Antonietta Gatti dell'Università di Modena, i cui studi sulle patologie da nanopolveri sono stati all'origine di molto del dibattito recente.
Lunedi' 25 Settembre, Antonietta Gatti presenterà i risultati più recenti delle sue ricerche sostenute dalla commissione europea su argomenti quali le emissioni industriali e da inceneritori, come pure su alcune scoperte recenti come l'effetto delle nanopolveri nella "Sindrome dei Balcani", le malattie dei veterani delle guerre balcaniche, e sulle malattie legate al crollo delle Torri Gemelle di New York, l'11 Settembre 2001, anche quelle apparentemente causate da nanopolveri.
Sarà presente al dibattito anche il Dr. Stefano Montanari, noto studioso del problema.

INFO:
Dipartimento di Chimica - Università di Firenze
Polo Scientifico di Sesto Fiorentino
Via della Lastruccia 3 - Sesto Fiorentino, Fi (Italy)
Tel/fax 055 457 3118/20
Da: http://www.almirdeleo.eu

Ultimo aggiornamento ( martedì 26 settembre 2006 )
 
Richieste alla Provincia di Prato a seguito audizione Montanari PDF Stampa E-mail
Scritto da SocioAmbientale SGSMC   
venerdì 22 settembre 2006

Prato, 21 Settembre 2006  Unitamente all'opportunità di ascoltare l'esposizione del Dott. Montanari nell'odierno Consiglio Provinciale, il CCSP intende fornire ai Sig.ri Consiglieri ulteriore documentazione a supporto della tesi che l'incenerimento dei rifiuti non è economico, è rischioso sotto l'aspetto sanitario/ambientale e che una vera raccolta differenziata porta a porta si può realizzare in tempi brevi.

Ultimo aggiornamento ( martedì 26 settembre 2006 )
 
Montanari interviene al Consiglio Provinciale di Prato PDF Stampa E-mail
venerdì 22 settembre 2006

Il dottor Stefano Montanari è stato ascoltato ieri pomeriggio dal Consiglio Provinciale di Prato, come previsto dallo statuto, a seguito della richiesta del Coordinamento dei Comitati per la Salute della Piana corredata da oltre 1500 firme di cittadini, e mirata ad informare il Consiglio sulla pericolosità delle emissioni prodotte dagli inceneritori. È la prima volta che questo strumento di democrazia, e garanzia della partecipazione, viene utilizzato dai cittadini della provincia di Prato. Purtroppo, invece di esserne rallegrata, la maggioranza ha voluto annunciare al Consiglio, con l'intervento del consigliere Moroso, una prossima stringente modifica.

Ultimo aggiornamento ( martedì 26 settembre 2006 )
 
<< Inizio < Prec. 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 Pross. > Fine >>

Risultati 1174 - 1190 di 1204
Questo sito è lo strumento di comunicazione del Coordinamento dei Comitati della Piana FI PO PT. Talvolta ospita altri soggetti con comunicazioni condivise.Esso non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica, né è da considerarsi un mezzo d'informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. Il materiale inserito in questo sito proviene da Internet oppure da atti diffusi da altri mezzi di comunicazione oppure prodotti dalle varie realtà componenti il Coordinamento e destinati a essere divulgati, quindi di dominio pubblico e utilizzati senza alcun fine di lucro. Qualora inconsapevolmente il materiale pubblicato vìoli i diritti d´autore, vogliate comunicarlo per una pronta rimozione. I commenti ai post non sono moderati, le/gli autori/trici devono essere registrati per inserire commenti quindi sono rintracciabili anche sotto nikname; si invita alla moderazione e al rispetto.

© 2017 NoInceneritori.org
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.