Home arrow Notizie arrow Nano e micro polveri arrow Amministratori fatti con lo stesso stampino.. stolto!
Annunci

 

Il sito ha qualche problema, ci scusiamo per i disagi causati ai lettori, speriamo di risolvere presto!

GRAZIE PER LA PAZIENZA!

 

Benvenuti !
Sul nostro sito Internet

 

Il Coordinamento dei Comitati della Piana dedica questo sito a beneficio di tutti i cittadini interessati.

Email: 
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 
Questo sito è lo strumento di comunicazione del Coordinamento dei Comitati della Piana FI PO PT.
Talvolta ospita altri soggetti con comunicazioni condivise.
Esso non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica, né è da considerarsi un mezzo d'informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.
Il materiale inserito in questo sito proviene da Internet oppure da atti diffusi da altri mezzi di comunicazione oppure prodotti dalle varie realtà componenti il Coordinamento e destinati a essere divulgati, quindi di dominio pubblico e utilizzati senza alcun fine di lucro.
Qualora inconsapevolmente il materiale pubblicato vìoli i diritti d'autore, vogliate comunicarlo per una pronta rimozione. I commenti ai post non sono moderati, le/gli autori/trici devono essere registrati per inserire commenti quindi sono rintracciabili anche sotto nikname; si invita alla moderazione e al rispetto.
 
Menu principale
Home
FAQ
Notizie
Documenti
Le alternative
Cerca
Forum
Galleria foto
Contattaci
Web link
Archivio
Articoli correlati
Dal 9 Agosto 2006
Visitatori: 189425351
Calendario Eventi
Aprile 2021
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
2930311 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2
Ultimi Eventi
No Latest Events
Galleria fotografica
Archivio
Newsletter

Ricevi via email le nostre notizie

Image


Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter settimanale







Amministratori fatti con lo stesso stampino.. stolto! PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
martedì 01 dicembre 2009

(Storia già vista. Sarà lo stampino che è stolto/storto? Sarà il business che è irresistibile anche se condanna tante persone in più a morire anzitempo? Che sarà...) 

..“…il particolato atmosferico urbano (PM) può provocare danni al materiale genetico. Gli effetti più dannosi sono prodotti dalle frazioni più fini, non solo per la loro capacità di raggiungere livelli più profondi dell’apparato respiratorio, ma anche per le sostanze chimiche che veicolano…” E’ incredibile, MA ALLORA SIAMO DAVVERO STOLTI !!! A Parma vogliono costruire l’ inceneritore. Il direttore dell’ ARPA Parma dice che monitorera’. MA CASPITA, COSA CAVOLO VUOI MONITORARE?!?!?!?!

http://www.farmaciaannunziata.it/BlogWP/2009/08/fine-e-peggio-ma-allora-siamo-scemi/

Riportiamo le conclusioni di uno studio (http://www.arpa.emr.it/documenti/arparivista/pdf2006n4/CassoniAR4_

06.pdf) realizzato da ARPA Emilia Romagna pubblicato sulla rivista ARPA n.4 del Luglio-Agosto 2006. Lo studio non fa altro che confermare cio’ che gia’ si conosceva grazie a numerosi lavori nazionali e internazionali:  “…il particolato atmosferico urbano (PM) può provocare danni al materiale genetico.Gli effetti più dannosi sono prodotti dalle frazioni più fini, non solo per la loro capacità di raggiungere livelli più profondi dell’apparato respiratorio, ma anche per le sostanze chimiche che veicolano…” E’ incredibile, MA ALLORA SIAMO DAVVERO STOLTI !!!A Parma vogliono costruire l’ inceneritore.Il direttore dell’ ARPA Parma dice che monitorera’.MA CASPITA, COSA CAVOLO VUOI MONITORARE?!?!?!?!Equivale a dire: ” mettiamo una persona in un garage chiuso, accendiamo la macchina e monitoriamo gli effetti che i gas di scarico avranno sulla salute di questa persona “DAI LA’, MA LASCIAMO LI’ DI FARCI COMPATIRE.NON SIAMO PIU’ NELLA PREISTORIA.SAPPIAMO GIA’ TUTTO SANTO DIO !!!La materia non la distruggi neanche se viene giu’ il Padre Eterno!! (A meno che Lui non decida diversamente )Tutto si trasforma con precisione stechiometrica.E’ il principio di conservazione della massa.La natura non si vince se non ubbidendole.Caspita, ormai lo insegnamo nelle scuole elementari. Perche’ quando diventiamo direttori, sindaci, assessori, ministri, premier… ce ne dimentichiamo?Se bruci 130.000 emetti 130.000.C’e’ poi un’ aggravante; per governare quella combustione cosi’ eterogenea devi aggiungere reagenti quali ammoniaca, bicarbonati…MOLTIPLICANDO PER DUE ( poco piu’, poco meno ) LA MASSA IN USCITA.Per trattare una parte di materiali post consumo devi aggiungere una parte di reagenti.NON E’ DEMENZIALE EMETTERE 260.000 TONNELLATE DI SCHIFEZZE PER TRATTARNE 130.000?!?!?!?!?!?!?!Il fatto che il tuo occhio non veda piu’ la materia non significa certo che non esiste!!!Quel fumo a un certo punto non lo vedi piu’ MA NON E’ MICA SPARITO…SI E’ SOLO RAREFATTO…ORA TE LO TROVI DISPERSO IN ATMOSFERA ( e te lo respiri ), DEPOSITATO SUI CAMPI ( e te lo mangi ), DILAVATO IN FALDA ( e te lo bevi ).E’ GRAVISSIMA QUESTA LEGGEREZZA DELL’ ASSESSORE CRISTINA SASSI CHE VUOLE PIANTARE UN BOSCO MANGIAPOLVERI PER MITIGARE L’ IMPATTO AMBIENTALE.PRIMO, LE PIANTE NON MANGIANO LE POLVERI.SECONDO, L’ ARIA NON LA ARGINI NEMMENO SE VIENE GIU’ LA MADRE DEL SIGNORE ( a meno che Lei non decida diversamente )I prodotti della combustione sono quasi sempre piu’ tossici, dannosi, velenosi…dei reagenti di partenza: prendi un sacchetto di plastica, lo puoi tenere in mano tutta la vita, ci conservi gli alimenti…Prova a bruciarlo sotto al naso, non resisti nemmeno un secondo!!!Perche’ ci lasciamo andare in questo modo?Come e’ possibile?C’e’ uno psicologo, un prete… qualcuno capace di spiegare questo disastro della coscienza umana?Guarda cosa esce da quel camino alto 70 metri.Quel fumo da cosa e’ costituito?Plinio il vecchio raccontava di morti legate all’ esposizione di amianto nel primo secolo dopo Cristo.Tito Livio ne scriveva gia’ nel primo secolo avanti Cristo nella sua Ab Urbe Condita.Lo bandiamo dalle nostre lavorazioni negli anni ‘90?Ma non vedete che la storia e’ sempre la stessa?Dottori e Professori arruolati pur non essendo degli esperti per dire…ETERNITEEEEEEEEEEEEEEEEEEEETERNITETEEEEEEEEEERNOOOOO

OOOOOOOOOOBravi, complimentiI casini combinati per colpa di quei tuttologi chi li paga ora?TERMOVALORIZZATORITERRRRRRMOVALORIZZZZATORIRISCHIO ZERONON SONO INCENERITORISONO TERMOVALORIZZATORITEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEERMOVALORIZZA

TOOOOOOOOOOOOOOOORIProvate nel vostro camino di casa a mettere oltre alla socca di legno, una bottiglia di vetro, una lattina di alluminio, due scarpe, del polistirolo, un casco, gli scarti di cucina, i farmaci scaduti, una lampadina…e tutto quello che cacciate nei cassonetti stradali…e guardate che risultato termico ottenete!!!SIAMO BESTIE FEROCI.HOMO HOMINI LUPUS.SIAMO PERSONE LEGGERE…E QUESTA LEGGEREZZA LA STIAMO PAGANDO TUTTA.La pandemia e’ sempre piu’ silenziosa.L’ allarme bambini e’ sempre piu’ allarmante.Il bel paese sempre piu’ inesorabilmente sfigurato.I tumori, sempre piu’ tumorali.Cosa cavolo vogliamo monitorare!!!Piu’ e’ alta la temperatura di esercizio, piu’ fini sono le particelle con cui scomponiamo la materia.Allo stato solido le molecole che compongono la materia possiedono un moto di agitazione termica molecolare molto blando, tanto blando che non riesce a vincere i legami che uniscono le molecole tra loro. E quindi, molecole cosi’ avvinghiate tra loro presentano la materia allo stato solido, rigido, compatto.Piu’ e’ alta la temperatura di esercizio di un inceneritore, piu’ fini sono le particelle con cui scomponiamo la materia.Piu’ e’ alta la temperatura di esercizio, maggiore e’ l’energia ( sotto forma di calore ) che forniamo alla materia.Piu’ forniamo energia, piu’ aumenta il moto di agitazione termica.Piu’ si agitano i “mattoncini” costitutivi della materia, piu’ si allontanano staccandosi tra loro.Ergo: maggiore e’ l’energia che forniamo alla materia, piu’ fini sono le particelle con cui la scomponiamo.Piu’ fini sono le particelle, piu’ danni fanno alla nostra salute.E infatti, ecco come conclude lo studio dell’ ARPA: “Da quanto esposto emerge l’importanza di affiancare all’analisi chimico-fisica la valutazione degli effetti biologici delle diverse frazioni di PM. Questo lavoro, come altri già condotti a livello nazionale e internazionale, evidenzia la maggiore pericolosità delle frazioni più fini del particolato atmosferico urbano non solo perché queste penetrano più profondamente a livello polmonare ma anche, e soprattutto,per la loro maggiore attività mutagena (e quindi potenziale cancerogenicità), rispetto alle polveri più grossolane. Si sottolinea il fatto che le particelle più fini presentano una superficie molto vasta in rapporto al loro volume e questo fa sì che, a parità di peso con le polveri più grossolane, l’interazione con le cellule dell’organismo, e quindi il passaggio a queste di sostanze tossiche, sia decisamente maggiore per le particelle più fini, aumentandone la pericolosità. Risulta quindi necessario impegnare risorse nella prevenzione primaria dei rischi sanitari connessi con questi inquinanti ambientali indirizzando il monitoraggio e gli studi verso la caratterizzazione delle frazioni più fini del particolato atmosferico (PM <_ 2,5 μm).

Francesca Cassoni, Clara Bocchi, Giancarlo Pinto, Federica Fontana Eccellenza Mutagenesi ambientale Sezione provinciale di Parma, Giovanni Pecchini Sezione provinciale di Reggio Emilia Arpa Emilia-Romagna, Anna Martino Dipartimento di Genetica biologia dei microrganismi, antropologia, evoluzione Università di Parma

Commenti (0) >> feed
Scrivi commento

Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.


busy
Ultimo aggiornamento ( martedì 01 dicembre 2009 )
 
< Prec.   Pros. >
Questo sito è lo strumento di comunicazione del Coordinamento dei Comitati della Piana FI PO PT. Talvolta ospita altri soggetti con comunicazioni condivise.Esso non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica, né è da considerarsi un mezzo d'informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. Il materiale inserito in questo sito proviene da Internet oppure da atti diffusi da altri mezzi di comunicazione oppure prodotti dalle varie realtà componenti il Coordinamento e destinati a essere divulgati, quindi di dominio pubblico e utilizzati senza alcun fine di lucro. Qualora inconsapevolmente il materiale pubblicato vìoli i diritti d´autore, vogliate comunicarlo per una pronta rimozione. I commenti ai post non sono moderati, le/gli autori/trici devono essere registrati per inserire commenti quindi sono rintracciabili anche sotto nikname; si invita alla moderazione e al rispetto.

© 2021 NoInceneritori.org
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.