Home arrow Notizie arrow Nano e micro polveri arrow Inquina più il traffico o gli inceneritori ?
Annunci

 

Il sito ha qualche problema, ci scusiamo per i disagi causati ai lettori, speriamo di risolvere presto!

GRAZIE PER LA PAZIENZA!

 

Benvenuti !
Sul nostro sito Internet

 

Il Coordinamento dei Comitati della Piana dedica questo sito a beneficio di tutti i cittadini interessati.

Email: 
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 
Questo sito è lo strumento di comunicazione del Coordinamento dei Comitati della Piana FI PO PT.
Talvolta ospita altri soggetti con comunicazioni condivise.
Esso non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica, né è da considerarsi un mezzo d'informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.
Il materiale inserito in questo sito proviene da Internet oppure da atti diffusi da altri mezzi di comunicazione oppure prodotti dalle varie realtà componenti il Coordinamento e destinati a essere divulgati, quindi di dominio pubblico e utilizzati senza alcun fine di lucro.
Qualora inconsapevolmente il materiale pubblicato vìoli i diritti d'autore, vogliate comunicarlo per una pronta rimozione. I commenti ai post non sono moderati, le/gli autori/trici devono essere registrati per inserire commenti quindi sono rintracciabili anche sotto nikname; si invita alla moderazione e al rispetto.
 
Menu principale
Home
FAQ
Notizie
Documenti
Le alternative
Cerca
Forum
Galleria foto
Contattaci
Web link
Archivio
Articoli correlati
Dal 9 Agosto 2006
Visitatori: 189635160
Calendario Eventi
Aprile 2021
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
2930311 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2
Ultimi Eventi
No Latest Events
Galleria fotografica
Archivio
Newsletter

Ricevi via email le nostre notizie

Image


Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter settimanale







Inquina più il traffico o gli inceneritori ? PDF Stampa E-mail
mercoledì 18 luglio 2007

Pubblichiamo la risposta che il dr. Federico Valerio ha inviato oggi all'On.- Ermete Realacci in merito alla sua affermazione che inquina più il traffico autoveicolare dei termovalorizzatori.

"Onorevole Realacci sono il direttore del Servizio di Chimica Ambientale dell'Istituto Tumori di Genova (www.istge.it) e oggetto dei nostri studi è la prevenzione primaria dei tumori indotti dall'esposizione a sostanze cancerogene. Da una decina di anni studiamo il ruolo delle gestioni dei Materiali Post Consumo su questo fenomeno, dando consulenza a diverse amministrazioni locali attente a questa problematica. Abbiamo avuto notizia che in una sua recente intervista avrebbe dichiarato che i termovalorizzatori inquinano meno del traffico.

Se questa informazione è veritiera, mi dispiace informarla che questa sua dichiarazione è priva di fondamento scientifico. Nel rapporto finale dell'inventario europeo delle emissioni in atmosfera di diossine, studio commissionato dalla Unione Europea e pubblicato nel 2004 su Chemosphere ( volume 54, pag 1319-1327) si evince che la stima più bassa relativa alla quantità di diossine emesse nei paesi della Unione Europea nel 2005 dagli inceneritori per rifiuti urbani ed ospedalieri è di 229 grammi (I-TEQ) mentre la quantità di diossine emesse dal traffico è di soli 41 grammi (I-TEQ). Peraltro il confronto tra inquinamento da traffico e da termovalorizzazione dei rifiuti è metodologicamente scorretto, in quanto gli insiemi che si vuole confrontare non sono omogenei. L'unico confronto corretto è quello delle emissioni inquinanti dei diversi sistemi di gestione dei Materiali Post Consumo e in questo caso tutte le stime concordano: a parità di quantità di materiali, il riciclo e ovviamente la riduzione, hanno impatti ambientali nettamente inferiori a quelli della termovalorizzazione e anche il risparmio energetico è più favorevole al riciclo e alla riduzione. Per quanto riguarda i possibili trattamenti di inertizzazione della frazione residuale al riciclo il confronto degli impatti ambientale è nettamente a favore dei sistemi di Trattamento Meccanico Biologico. Nella relazione che le allego troverà alcuni dati a riguardo, tratti dallo studio commissionatoci dalla Provincia di Savona per supportare le sue scelte in fase di revisione del Piano di Gestione di Rifiuti, revisione che aveva individuato come parametro prioritario il minor impatto ambientale. Anche in base ai nostri studi, la scelta della Provincia di Savona è stata quella di ridurre drasticamente la produzione di rifiuti, a partire dalla promozione diffusa del compostaggio domestico, e passare al sistema di raccolta porta a porta, unico sistema in grado di garantire raccolte differenziate di qualità comprese tra il 50 (min) e l' 80% (max). Per quanto riguarda il trattamento della frazione residuale, la Provincia di Savona ha deciso di sostituire la Termovalorizzazione con sistemi Meccanico Biologici. Le nostre stime hanno valutato che il nuovo Piano a "freddo", rispetto al precedente piano a "Caldo", farà risparmiare 80 tonnellate all'anno di inquinanti atmosferici. Una volta attuato, il nuovo Piano di Gestione dei Materiali Post Consumo sarà l'ennessimo contributo del nostro Istituto alla Prevenzione Primaria dei tumore e delle numerose malattie associate all'inquinamento atmosferico.

A sua disposizione

 dr. Federico Valerio

Commenti (0) >> feed
Scrivi commento

Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.


busy
 
< Prec.   Pros. >
Questo sito è lo strumento di comunicazione del Coordinamento dei Comitati della Piana FI PO PT. Talvolta ospita altri soggetti con comunicazioni condivise.Esso non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica, né è da considerarsi un mezzo d'informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. Il materiale inserito in questo sito proviene da Internet oppure da atti diffusi da altri mezzi di comunicazione oppure prodotti dalle varie realtà componenti il Coordinamento e destinati a essere divulgati, quindi di dominio pubblico e utilizzati senza alcun fine di lucro. Qualora inconsapevolmente il materiale pubblicato vìoli i diritti d´autore, vogliate comunicarlo per una pronta rimozione. I commenti ai post non sono moderati, le/gli autori/trici devono essere registrati per inserire commenti quindi sono rintracciabili anche sotto nikname; si invita alla moderazione e al rispetto.

© 2021 NoInceneritori.org
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.