Home arrow Notizie arrow Notizie arrow Un tesoro di compost
Annunci

 

Il sito ha qualche problema, ci scusiamo per i disagi causati ai lettori, speriamo di risolvere presto!

GRAZIE PER LA PAZIENZA!

 

Benvenuti !
Sul nostro sito Internet

 

Il Coordinamento dei Comitati della Piana dedica questo sito a beneficio di tutti i cittadini interessati.

Email: 
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 
Questo sito è lo strumento di comunicazione del Coordinamento dei Comitati della Piana FI PO PT.
Talvolta ospita altri soggetti con comunicazioni condivise.
Esso non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica, né è da considerarsi un mezzo d'informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.
Il materiale inserito in questo sito proviene da Internet oppure da atti diffusi da altri mezzi di comunicazione oppure prodotti dalle varie realtà componenti il Coordinamento e destinati a essere divulgati, quindi di dominio pubblico e utilizzati senza alcun fine di lucro.
Qualora inconsapevolmente il materiale pubblicato vìoli i diritti d'autore, vogliate comunicarlo per una pronta rimozione. I commenti ai post non sono moderati, le/gli autori/trici devono essere registrati per inserire commenti quindi sono rintracciabili anche sotto nikname; si invita alla moderazione e al rispetto.
 
Menu principale
Home
FAQ
Notizie
Documenti
Le alternative
Cerca
Forum
Galleria foto
Contattaci
Web link
Archivio
Articoli correlati
Dal 9 Agosto 2006
Visitatori: 134346564
Calendario Eventi
Settembre 2019
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
2627282930311
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 1 2 3 4 5 6
Ultimi Eventi
'13/09/19'
Al Presidio Noinc-Noaero, Sesto Fiorentino
'14/09/19'
Arezzo, ambiente e salute le priorità...
Galleria fotografica
Archivio
Newsletter

Ricevi via email le nostre notizie

Image


Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter settimanale







Un tesoro di compost PDF Stampa E-mail
Scritto da msirca   
venerdì 20 ottobre 2006

Un terzo, più o meno, di quanto gettiamo nel "sacco nero" (a tanto ammonta la quantità degli avanzi di cibo e degli scarti vegetali) potrebbe aiutare egregiamente a rivitalizzare i nostri terreni.

La desertificazione non è un problema della Sicilia o della Calabria, anche la Pianura Padana si stà desertificando in molti punti....


http://www.greenreport.it

Il compost, un tesoro misconosciuto. Ma qualcosa si muove!
 
LIVORNO. Si è svolto presso il Dipartimento di Ecologia dell´Università della Calabria un convegno sul tema della desertificazione. L´iniziativa è stata promossa per capire quale possa essere il contributo della Calabria in questa direzione, in occasione dell’Anno internazionale dei deserti e della desertificazione, promosso per il 2006 dall´Assemblea generale delle Nazioni unite e dal Comitato nazionale per la Lotta alla siccità e desertificazione del Ministero dell´Ambiente, della Tutela del territorio e del mare.

Il problema della lotta alla desertificazione è uno degli obiettivi fissati nel VI programma di azione ambientale, che prevedeva a questo scopo la definizione di una strategia e di una direttiva specifica, partendo dal dato che gran parte dei Paesi mediterranei hanno molte aree a rischio desertificazione e quindi c’è la necessità pressante di applicare sostanza organica sui suoli.

Anche la Comunicazione della Commissione Europea sulla Strategia per il Suolo, inoltre, focalizza l’importanza della sostanza organica, oltre che per il sequestro di carbonio nei suoli, anche per la lotta alla desertificazione e all’erosione.

E quale migliore fonte di sostanza organica per i suoli della biomassa di scarto alimentare e agroforestale, insomma in una parola il compost?
L’utilizzo di compost permette infatti innanzitutto di diminuire l’erosione e la conseguente mineralizzazione intensiva di sostanza organica negli strati superficiali.

Molti altri poi i benefici (anche energetici) dell’uso agronomico della biomassa di scarto: a partire dal “sequestro” di carbonio nel suolo grazie all’arricchimento della sua componente umida, alla sostituzione di concimi minerali (che implica tra l’altro minori prelievi di energia e minori emissioni di gas-serra sia per la produzione che per l’applicazione). La fertilizzazione organica consente inoltre una migliore lavorabilità dei terreni (che significa notevoli risparmi energetici collegati alle lavorazioni degli stessi), di migliorare la ritenzione idrica del suolo diminuendo la richiesta di energia per le irrigazioni) etc.

Questo in sintesi il ruolo che potrebbe avere sul suolo la sostanza organica, sottoforma di compost. Ma perché allora si utilizza poco? Lo abbiamo chiesto a Enzo Favoino del gruppo di studio sul compostaggio e la gestione integrata dei rifiuti della Scuola agraria del Parco di Monza.

Insomma un tesoro misconosciuto il compost?
«Beh, sì. La sostanza organica ha tanti effetti positivi. Va anche detto che la fertilizzazione organica provoca nel tempo un accumulo di carbonio nel suolo, il che potrebbe fungere da meccanismo per la sottrazione, nel bilancio complessivo, di anidride carbonica all’atmosfera. Alcuni calcoli hanno infatti sottolineato il fatto che un aumento dello 0.15% del carbonio organico nei suoli arabili italiani potrebbe fissare nel suolo la stessa quantità di carbonio che ad oggi è rilasciata in atmosfera per l’uso di combustibili fossili in un anno in Italia».

Ma perché c’è invece ancora così poca pratica in tal senso?
«Il problema è legato soprattutto alla scarsa abitudine ad utilizzare fertilizzanti organici in agricoltura e il ricorso invece ad una massiccia concimazione chimica. Fortunatamente l’avvio di raccolte differenziate dei rifiuti organici hanno attivato flussi importanti di sostanza da destinare a compost. Finalmente poi poche settimane fa è stata varata dalla Commissione Europa, la Strategia per la protezione del suolo che impone agli stati membri di avviare politiche e pratiche intese al recupero dei suoli in cui è centrale il ruolo della fertilizzazione organica dei suoli, questo determinerà un importante sostegno alle strategie di compostaggio».

Commenti (0) >> feed
Scrivi commento

Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.


busy
Ultimo aggiornamento ( sabato 21 ottobre 2006 )
 
< Prec.   Pros. >
Questo sito è lo strumento di comunicazione del Coordinamento dei Comitati della Piana FI PO PT. Talvolta ospita altri soggetti con comunicazioni condivise.Esso non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica, né è da considerarsi un mezzo d'informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. Il materiale inserito in questo sito proviene da Internet oppure da atti diffusi da altri mezzi di comunicazione oppure prodotti dalle varie realtà componenti il Coordinamento e destinati a essere divulgati, quindi di dominio pubblico e utilizzati senza alcun fine di lucro. Qualora inconsapevolmente il materiale pubblicato vìoli i diritti d´autore, vogliate comunicarlo per una pronta rimozione. I commenti ai post non sono moderati, le/gli autori/trici devono essere registrati per inserire commenti quindi sono rintracciabili anche sotto nikname; si invita alla moderazione e al rispetto.

© 2019 NoInceneritori.org
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.